Contenuto principale

Sentiero dei Quattro Vadi  Sentiero Verde dei Parchi d'Abruzzo
CEA "Gli Aquilotti"  Montagna Sicura  Montagna Pulita
Parco d'Inverno 2007/08  Foto d'epoca
Parco Nazionale GranSasso e Monti della Laga

Montagna Pulita

Montagna Pulita Club Alpino Italiano

Regione Abruzzo

Direzione Turismo Ambiente Energia Servizio Politiche per lo Sviluppo Sostenibile
 Club Alpino Italiano

Club Alpino italiano

Regione Abruzzo
Centro di Educazione Ambientale "Gli Aquiloti"
 Regione Abruzzo
  Aree Protette  
 GranSasso Monti della Laga

 Parco Nazionale Majella

 Parco del Vomano
 

 

   Partners

 
 Comunità Montana   Provincia Teramo
Comune Montorio Coop

Proloco


La proposta, avviata nel 2005 dal Club Alpino Italiano, Cea “gli aquilotti” con un contributo della Regione Abruzzo – Assessorato all’Ambiente, promuove conservazione e qualità dell’ambiente favorendo la frequentazione culturale ed escursionistica delle aree protette così da attivare anche un vivace turismo sostenibile. Il progetto prevede l’utilizzo dei sentieri quale occasione di avvicinamento all’ambiente montano, cominciando le escursioni dai paesi montani – porte di accesso al territorio. La montagna è presentata nel suo insieme come riscoperta e conoscenza dei luoghi, diffondendo aspetti culturali e paesaggistici anche di zone meno note, ma dall’elevato pregio. L’area di interesse individua la traversata da Campo Imperatore ai Prati di Tivo, con attenzione alla frequentazione della vetta di Corno Grande e Corno Piccolo, coinvolgendo i rifugi del Gran Sasso: Garibaldi, Franchetti e Duca degli Abruzzi con le notevoli potenzialità di sensibilizzazione che possono esprimere.

Il progetto è stato già presentato a livello nazionale in molte circostanze:

– Ottobre 2005 : 7° Meeting sulla sentieristica, Petralia Sottana (PA)

- Ottobre 2005: Congresso Mondiale E.A., nello stand della Regione Abruzzo, Torino

- Ottobre 2005: Corso di E.A. per gestori rifugi, Rifugio Muzio a Ceresole Reale nel Parco Nazionale del Gran Paradiso.

- Settembre 2005: Aggiornamento degli AE del CMI, Forche Canapine nel Parco Nazionale dei Sibillini

– Giugno 2005: Comitato di Presidenza del Cai nazionale, Milano

– Maggio 2005: Corso aggiornamento Cai TAM sulla comunicazione, Boscochiesanuova (VR)

Montagna Pulita

PROGETTO "Montagna Pulita"

Nell'ambito del progetto nazionale del Cai “sentieri, rifugi ed aree protette in una montagna viva per cultura e natura” nasce MONTAGNA PULITA campagna di sensibilizzazione alla frequentazione consapevole e sicura dell’ambiente montano nei Parchi nazionali. La proposta promuove conservazione e qualità dell’ambiente favorendo la frequentazione culturale ed escursionistica delle aree protette così da attivare anche un vivace turismo sostenibile. Il progetto prevede l’utilizzo dei sentieri quale occasione di avvicinamento all’ambiente montano. Decisiva la funzione dei paesi montani – porte di accesso alla montagna – per la crescita socio economica delle popolazioni locali. Si promuove l'armonizzazione della segnaletica diffondendo un unico segnavia di vernice, rosso/bianco/rosso per un sentiero di quasi 6000 km che, con 350 tappe, si snoda sull’arco alpino e sull’appennino includendo anche Sicilia e Sardegna In Abruzzo il Sentiero Italia attraversa zone pedemontane e di valle su tracciati accessibili agli escursionisti e percorribili per molti mesi all’anno. Mappa Montagna Pulita

La montagna è proposta nel suo insieme come riscoperta e conoscenza dei luoghi, diffondendo aspetti culturali e paesaggistici di zone meno note, ma dall’elevato pregio.

In Abruzzo il Sentiero Italia, attraversando le aree protette diventa il circuito del grande sentiero verde abruzzese dei parchi nazionali e regionali. Il Progetto sarà realizzato nel Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga che tutela una superficie di 150.000 ettari, riunendo un territorio di 44 Comuni, distribuiti su 3 Regioni (Abruzzo, Lazio e Marche) e 5 Province. Montagna Pulita interessa anche il Parco Nazionale della Majella che tutela una superficie di 75.000 ettari e la Riserva Fiume Vomano, in provincia di Teramo nel Comune di Montorio al Vomano Nel Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga L’area di interesse individua la traversata da Campo Imperatore ai Prati di Tivo, con attenzione alla frequentazione della vetta di Corno Grande e Corno Piccolo. Il progetto coinvolge i rifugi del G.Sasso: Garibaldi, Franchetti e Duca degli Abruzzi con le notevoli potenzialità di sensibilizzazione che possono esprimere. Si tratta di luoghi privilegiati nella frequentazione in quota dove applicare il progetto nazionale del Cai “guardarsi attorno Ecoturismo in Aree Protette La proposta ecoturistica è sia culturale che operativa con esperienze escursionistiche in ambiente . Il programma ad ampio respiro mette in relazione con progetto unico i sentieri (la percorrenza), i rifugi ed i paesi (l’accoglienza) relativi all’area interessata del Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga (l’area culturale) con un indotto anche ad altre località (Parco Nazionale della Majella e Riserva Fiume Vomano). Il progetto prevede l’utilizzo dei sentieri quale occasione di avvicinamento all’ambiente montano. Con l'esperienza lungo Fiume Vomano viene posta attenzione al valore universale dell’acqua, risorsa insostituibile per la vita.


Info Cai Abruzzo: Filippo Di Donato Cell. 339.7459870 - f.didonato @ caiabruzzo . itwww.caiabruzzo.it