Contenuto principale

Terremoto l'Aquila

EMERGENZA TERREMOTO IN ABRUZZO – dal 6 aprile 2009

Alle ore 3:32 del 6 aprile del 2009 la città dell’Aquila, capoluogo dell’Abruzzo, è stata colpita da un terremoto di 5,8 gradi della scala Richter che ha provocato 295 morti, 1500 feriti e circa 55000 sfollati. Il Centro Storico ha subito danni gravissimi nella maggior parte degli edifici di valore storico e culturale con le chiese danneggiate o completamente crollate. Insieme all’Aquila sono stati pesantemente interessati dal sisma diversi paesi limitrofi.
Dopo il violento terremoto il Cai si mobilita in Abruzzo ed è presente sui luoghi con numerosi soci, si mette a disposizione della Protezione Civile e apre un conto corrente di solidarietà a favore delle vittime del terremoto. In questa azione nazionale trova sostegno da Uncem e Federbim e solidarietà da sezioni di ogni regione.

Le coordinate bancarie per chiunque volesse contribuire a questo gesto di solidarietà sono:
Conto corrente n° 500X36 intestato “RACCOLTA FONDI IL CAI PER L’ABRUZZO”
Banca Popolare di Sondrio – Agenzia Milano 21
IBAN IT42 F056 9601 6200 0000 0500 X36

Il Presidente Generale del Cai, Annibale Salsa ha dichiarato: “Ancora una volta la montagna è al centro di un accadimento naturale tragico. Il Cai è vicino alla popolazione delle Terre Alte dell’Appennino, che vivono e presidiano il territorio della montagna.”
Il Presidente del Cai Abruzzo, Eugenio Di Marzio, insieme ai Presidenti di Sezione, ai titolati Cai e al CNSAS è in movimento per aiutare la città a rivivere, a riorganizzare le strutture e i servizi presenti. Il Soccorso Alpino e Speleologico è prontamente intervenuto in aiuto alla popolazione abruzzese colpita dal terremoto.
Il Cai Abruzzo, che si riunirà in Assemblea Ordinaria il 18 aprile, intende organizzarsi adeguatamente, per esserci con continuità ed efficacia, coordinando anche la decisione di Sezioni Cai di altre regioni che intendono essere presenti in Abruzzo. Attraverso la mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. ci si può iscrivere ad un elenco di persone disponibili.
Il Cai vuole conservare la comunità nella sua conformazione urbanistica, dando senso alla continuità, ricostruendo la città nel rispetto delle norme antisismiche e migliorandola nella qualità dell’ambiente, con il risparmio energetico e la riduzione delle emissioni. Un impegno assunto pensando ai giovani studenti, che hanno pagato un troppo pesante tributo e per i quali si è disposti a utilizzare le sedi sezionali e il valore culturale e sociale del nostro sodalizio.

PER SAPERNE DI PIU':

30 aprile 2009 - Comunicato del Cai Abruzzo: 2009 Anno della solidarietà in montagna...continua

21 aprile 2009 - Appello del Cai: venite in Abruzzo...continua

21 aprile 2009 - Terre Alte: Il mulinetto degli smalti sarà travolto dell'acqua? foto e video...continua

18 aprile 2009 – Due Mozioni dell'Assemblea Ordinaria delle Sezioni del Cai Abruzzo, a Teramo…continua

18 aprile 2009 – Assemblea Ordinaria delle Sezioni del Cai Abruzzo, a Teramo…continua

15 aprile 2009 – Articolo di approfondimento di Filippo Di Donato: L’Aquila, città simbolo dell’Appennino…continua

14 aprile 2009 - Comunicato del Presidente Cai L’Aquila, Bruno Marconi…continua

11 aprile 2009 – Comunicato del Presidente Cai Abruzzo, Eugenio Di Marzio: segnala la tua disponibilità a collaborare al dopo terremoto…continua

10 aprile 2009 – Sequenza sismica all'Aquila…continua

8 aprile 2009 - Comunicato del Presidente Cai Castelli, Giancarlo Di Pietro, sugli effetti del terremoto a Castelli...continua

7 aprile 2009 - Uncem e Federbim aderiscono alla raccolta nazionale di fondi lanciata dal Cai per l’Abruzzo...continua

7 aprile 2009 - Comunicato Stampa - Il Soccorso Alpino e Speleologico in aiuto alla popolazione abruzzese colpita dal terremoto. Bertolaso ha richiesto disostruttori e cinofili del CNSAS...continua

6 aprile 2009 - Dopo il violento terremoto il Cai si mobilita in Abruzzo…continua


Info Cai Castelli: Filippo Di Donato Cell. 339.7459870 - info @ caicastelli . itwww.caicastelli.it