Contenuto principale

Soccorso

Comunicato Stampa
Il Soccorso Alpino e Speleologico in aiuto alla popolazione abruzzese colpita dal terremoto. Bertolaso ha richiesto disostruttori e cinofili del CNSAS.
Sono in arrivo in Abruzzo i disostruttori e i cinofili del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e
Speleologico del CAI chiamati da Guido Bertolaso, Direttore del Dipartimento della Protezione Civile, per prestare aiuto alla popolazione colpita dal terremoto di questa notte.
Il compito degli specialisti in disostruzione, grazie all’impiego di tecniche speciali e l’uso di cuscini ad aria, è di coadiuvare le forze sul posto nella delicata opera di estrazione dalle macerie dei superstiti. Le unità cinofile del CNSAS andranno a rafforzare le file della protezione civile nella ricerca dispersi. A seguito degli specialisti, sono in viaggio anchetecnici del soccorso alpino e speleologico. Complessivamente, oltre ai colleghi abruzzesi, i tecnici del Cnsas sono circa cento e provengono da tutta Italia. In caso di specifica richiesta della protezione civile sono pronti a partire altri 400 tecnici.
Giorgio Baldracco, presidente nazionale del CNSAS ha dichiarato “Il mio primo pensiero va alla popolazione abruzzese alla quale esprimo a nome mio e del CNSAS il nostro profondo cordoglio per le vittime del terremoto e la più piena solidarietà a uomini e donne colpiti da questa tragedia.” Baldracco sottolinea che “Siamo presenti al Dipartimento di protezione civile da stamane alle cinque, manteniamo un costante contatto con il COC dell’Aquila e stiamo monitorando eventuali esigenze particolari”.
Con preghiera di pubblicazione
Per info
Luca Calzolari
+ 39 335 432870
Mauro Guiducci
+39 335 5726590

Info Cai Castelli: Filippo Di Donato Cell. 339.7459870 - info @ caicastelli . itwww.caicastelli.it