Contenuto principale

Cai Castelli 1977/2007Club Alpino Italiano

Terre Alte è un progetto nazionale del Cai per la salvaguardia delle testimonianze umane in montagna e nasce come ricerca che interessa più discipline, quali l’antropologia, l’archeologia e la paleontologia. Si interviene in quanto l'esodo dalle campagne e dai paesi ha determinato l'abbandono di numerosi beni culturali ed insediamenti storici, condannati ad una rapida scomparsa. Case sparse, capanne pastorali, casolari, mulini, frantoi. Insieme a questi anche altri segni dell’opera dell’uomo quali terrazzamenti, sentieri, ponti, fontane, edicole, dipinti, canali di irrigazione, ecc… con le attività tradizionali: pastorizia, agricoltura e forestazione. Sono incalcolabili i danni che avvengono nel giro di pochi decenni. La proposta consente di conoscere e studiaMulinetto Castellire, con l’escursionismo, molte testimonianze etnografico-culturali delle Terre Alte nel Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga. I sentieri abbracciano il Parco da un versante all’altro interessando i diversi ambiti montuosi. Tra gli obiettivi si vuole favorire il ritorno della presenza umana nei paesi montani, aiutando a comprendere il rapporto uomo-ambiente ed orientando le scelte verso forme di turismo sostenibile L’iniziativa ha comportato la individuazione e la descrizione di “Sentieri etnografico culturali Terre Alte” del Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, da intendersi come contributo congiunto Cai Parco Nazionale per il 2002 Anno Internazionale delle Montagne. Il Cai, con il Centro di Educazione Ambientale “gli aquilotti”, ha svolto una fase di ricerca e di studio sull’ambiente montano. Sono stati così “tematizzati” cinque sentieri già esistenti evidenziando le più indicative testimonianze etnografico-¬culturali delle Terre Alte del Gran Sasso, dei Monti della Laga e dei Monti Gemellli. I percorsi sono stati scelti in modo tale da poter cogliere con efficacia la quasi totalità della complessa identità culturale del territo¬rio del Parco, comprendendo l’alto spessore di testimonianze ivi presenti, dalla preisto¬ria sino ai giorni nostri. Gli elementi sono stati rilevati con le modalità previste dalla scheda “terre alte” utilizzata dal Cai. E’ evidente il forte legame tra gli ambienti montani e la storia dell’uomo. Si tratta di zone che per secoli hanno svolto la funzione di aree di transito, di collegamento e di scambio tra differenti ambiti culturali. Il tutto si svolgeva attraverso un complesso sistema di vie di comunicazione che hanno caratterizzato un'epoca.

I sentieri 'TERRE ALTE' nel Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga

Terre Alte a Castelli (andare a pagina 12 del libro di "30 anni del Cai a Castelli")

Mulinetto per gli smalti

2008.05.11 Pieghevole Sentitero Terre Alte - Castelli - Castel del Monte


Premio Pelmo d'Oro 2007 

UN VIAGGIO NEL TEMPO

LA RICERCA
DEI SEGNI DELL’UOMO
NELLE TERRE ALTE


Progetto realizzato dal Cai nel arco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga 2002 ANNO INTERNAZIONALE delle MONTAGNE

Presentato al Premio “Pelmo d’Oro”  2007 nella Sezione Cultura
per la tutela e  valorizzazione dell’ambiente e delle risorse montane,
la conoscenza e promozione della cultura, della storia
e delle tradizioni delle genti di montagna.

Premio "Pelmo d'Oro" 2007

Scheda d'indagine

Galleria fotografica: Cartine geografiche - Parco Nazionale Gran Sasso e Monti della Laga


Info Cai Castelli: Filippo Di Donato Cell. 339.7459870 - info @ caicastelli . itwww.caicastelli.it