Contenuto principale

Cai Castelli 1977/2007Club Alpino Italiano

A Castelli il Cai è nato ed è cresciuto alimentato dal desiderio di tutelare e di far conoscere la natura e la cultura racchiusa dai monti. Non a caso, nel1976, quando il gruppo promotore raccoglieva le adesioni, un convegno sul futuro della montagna, ribadiva la vocazione di questi luoghi. Con lungimiranza e da antesignani sono nate le settimane ecologiche del Cai (ben tre edizioni), anticipando il tema dello sviluppo sostenibile, sollecitando il processo di coinvolgimento delle comunità locali, guardando a scelte efficaci e condivise, diversificando l’offerta e promuovendo la presenza turistico-escursionistica in ogni stagione. La Comunicazione ambientale è stata affrontata con la stampa di poster e la produzione di documenti tematici, desiderosi di riflettere, insieme ad insegnanti ed esperti, sui grandi problemi e tra questi l’istituzione del Parco. Diverse manifestazioni pubbliche, realizzate anche insieme ad altre Sezioni Cai, hanno trattato i temi della conservazione e dell’organizzazione territoriale. Nel 1985 il Convegno della CGIL “il Parco del Gran Sasso per tutelare l’ambiente e sviluppare l’occupazione”, svoltosi a Isola del Gran Sasso (TE), è stato un momento significativo di riflessione e di indirizzo per il futuro delle zone interne. Un impegno costante perseguito coinvolgendo ogni Commissione tecnica del Cai e il Centro di educazione ambientale “gli aquilotti”, con argomenti, linguaggi e metodi tutti riferiti alla montagna come unico grande contenitore.

Per il Cai, il borgo di Castelli è il riferimento di scelte conservative, sociali ed economiche orientate alla crescita della montagna nel pieno rispetto dei valori culturali, ambientali e antropologici che rappresentano una riconosciuta risorsa con grandi potenzialità di crescita educativa collettiva.


Info Cai Castelli: Filippo Di Donato Cell. 339.7459870 - info @ caicastelli . itwww.caicastelli.it