Contenuto principale

Report 2011 – Cai Cea

 

Report 2011 Cai Castelli

EDUCAZIONE AMBIENTALE INSIEME PER LA MONTAGNA sul Gran Sasso d’Italia
15 – 16 gennaio 2011

SONO STATI DUE GIORNI SUI SENTIERI DEL GRAN SASSO, ALL’INSEGNA DELLA NATURA E DELLA CULTURA PER UN’ESPERIENZA DI EDUCAZIONE AMBIENTALE, DI SCOPERTA E DI VALORIZZAZIONE DELLA MONTAGNA
di Filippo Di Donato

Anche nel 2011 è continuata la felice collaborazione “Insieme per La Montagna” tra Associazione Nazionale Alpini e Club Alpino Italiano Abruzzo, Sezioni di Teramo e di Castelli - Centro di Educazione Ambientale “gli aquilotti” con l’iniziativa Parco d’Inverno che promuove la scoperta escursionistica della montagna. Circa 250 persone hanno aderito alla 9^ edizione sul Gran Sasso d’Italia, ricordando le tante iniziative svolte negli anni precedenti tra le quali le “giornate nazionali dei sentieri”, il “Convegno sulla montagna” ed altre escursioni sui monti d’Abruzzo. L’incontro a Prati di Tivo è stato organizzato su due giorni (15 e 16 gennaio). Le giornate sono state dense di attività con escursioni in ambiente innevato, incontri  e proposte didattiche e di sensibilizzazione ambientale rivolte ai molti partecipanti. L’organizzazione è stata curata da Tonino Di Carlo CapoGruppo Alpini di Teramo e da Filippo Di Donato, Accompagnatore nazionale di Escursionismo del Cai, responsabile del Cea “gli aquilotti” del Cai Abruzzo. Le giornate trascorse in montagna sono state occasione per riflettere sui temi dell’escursionismo, della sicurezza e dei servizi in montagna. Il valore dell’escursionismo invernale. Ma quanto vale l’escursionismo invernale in termini economici e di avvicinamento alla montagna? Con il Cai e gli Alpini ancora una volta l’ambiente montano, quello dei piccoli borghi e della montagna tra natura e cultura, è risultato vincente, superando la logica settoriale dello sci. Sono state due giornate trascorse senza il bisogno di impianti di risalita e di stazioni sempre più grandi. Una montagna scoperta passo dopo passo, con tranquillità ed emozione. Tra le note positive quella dei tanti giovani che, a partire dal paese di Pietracamela, hanno camminato sui sentieri in compagnia, scoprendo la bellezza dei luoghi e il sano divertimento che cancella ogni possibile stanchezza. Con il pernottamento in albergo anche un significativo aiuto economico alle strutture ricettive. Sicuri con la neve. Domenica 16 gennaio, nella giornata nazionale dedicata alla prevenzione degli incidenti da valanga, si è parlato di sicurezza con la neve, raccogliendo l’appello delCorpo nazionale soccorso alpino e speleologico - CNSAS. La neve attrae, ma proprio per questo mobile manto la stagione invernale presenta rischi specifici che interessano anche gli escursionisti con racchette. Ci si avventura in montagna con troppa superficialità e, per la sicurezza, sono da colmare le carenze nella preparazione personale, nella valutazione del pericolo e nell’uso dell’attrezzatura d’auto soccorso. Il Cai organizza mirati corsi in ambiente finalizzati a migliorare la consapevolezza dei limiti personali e accrescere il bagaglio tecnico-pratico
indispensabile per ogni escursionista.

Sabato 15 gennaio, dopo la deposizione dei fiori al monumento ai caduti, è risultata sempre piacevole la visita al paese di Pietracamela, percorrendo le strette vie tra le case in pietra, sostando davanti all’ex Museo dell’Alpinismo che era sede anche del Centro di Educazione Ambientale “gli aquilotti” del Cai. Appena fuori l’abitato c’è la palestra di roccia degli “aquilotti del gran sasso” forte gruppo, nato nel 1925 a Pietracamela, che ha segnato la storia alpinistica del Gran Sasso d’Italia. Il numeroso gruppo ha proseguito lungo il Sentiero Italia fino a raggiungere Prati di Tivo. In serata la fiaccolata sotto un incredibile cielo stellato con la montagna che biancheggiava sublime.

Domenica 16 gennaio l’escursione da Prati di Tivo alla Madonnina lungo un itinerario tra i più panoramici e spettacolari del Gran Sasso protetti dalle suggestive ed imponenti pareti del Corno Grande e del Corno Piccolo. Il Presidente del Cai di Castelli, Giancarlo Di Pietro con il figlio Gabriele di anni 9 (decisamente un valido escursionista), insieme ad un gruppetto di altri soci, ci ha raggiunti sulla Madonnina salendo direttamente dal paese di Casale S.Nicola, con oltre 1.100 m di dislivello. Nelle attività costante il riferimento al Distretto ambientale, turistico e culturale, Strada maestra del Parco, caratterizzato dal fiume Vomano che scorre tra il Gran Sasso d’Italia e i Monti della Laga. Si tratta dell’ampio territorio che unisce Teramo

all’Aquila e ripercorre la S.S. delle Capannelle. In diverse occasioni si è riflettuto su servizi e problemi della montagna. In Italia la crisi si avverte, si respira, si tocca. Una realtà preoccupante, ancor più tangibile nelle zone interne montane dove i servizi per la comunicazione e per escursionisti ed alpinisti sono normalmente carenti. Sono state due giornate all’insegna della natura e della cultura per un’esperienza di educazione ambientale utilizzando le indicazioni sulla sostenibilità del Club Alpino Italiano e dell’Associazione Nazionale Alpini in una montagna attenta alla conoscenza ed al rispetto delle risorse e della storia locale. Per continuare ci si ritroverà ancora in montagna insieme al Cai, con altre esperienze Parco d’Inverno, nel Parco d’Abruzzo il 27 febbraio e sui Monti della Laga, al Ceppo i prossimi 12 e 13 marzo, inoltre con un Corso di Escursionismo in ambiente innevato ed un ricco calendario di escursioni, tra paesi, valli e monti. Con il Cai si è sempre piacevolmente in movimento. Buona montagna a tutti!

Corso nazionale di aggiornamento per insegnanti a Misurina

13/16 febbraio 2011

Il Comitato Scientifico Centrale del Club Alpino Italiano, in collaborazione con la Commissione Centrale di Alpinismo Giovanile e la Commissione Centrale Tutela Ambiente Montano, organizzano, su autorizzazione del Ministero della Pubblica Istruzione, un corso di aggiornamento per docenti dalla durata di quattro giorni, da domenica 13 febbraio a mercoledì 16 febbraio 2011, in località Misurina – Auronzo (BL), nel cuore delle Dolomiti.

Corso di formazione per docenti “Progettare per la sostenibilità. Metodi, strategie e territorio”
11 marzo 2011

Corso di formazione per docenti “Progettare per la sostenibilità. Metodi, strategie e territorio”

c/o Istituto d’Istruzione Superiore Di Poppa – Rozzi (TE) sede Cea “gli aquilotti” – Sezione Cai Teramo

L'educazione ambientale è sempre più correlata ai processi di tutela dell'ambiente tesi alla sostenibilità.  In questo caso l’efficacia dell’intervento è lo stretto collegamento tra gli obiettivi attesi, i gruppi target considerati e l'azione educativa che si vuole metter in atto.
Il Corso, cadenzato nell’arco dell’anno, con date ancora da definire avrà la durata di 20 ore e sarà articolato in 4 moduli (3 pomeridiani e 1 dell’intera giornata in ambiente). Per lo svolgimento delle attività previste ci si avvarrà di professionalità coerenti con l’adozione di comportamenti responsabili, orientati alla sostenibilità ambientale. Il Corso è finalizzato a definire e attivare di un percorso di educazione alla sostenibilità nelle scuole, utilizzando più metodologie, con attività di laboratorio e in ambiente.

Contenuti formativi dei moduli didattico/laboratoriali:

Venerdì 11 marzo / 8 maggio 2011
1°modulo (4 h - pomeriggio): strategie educative e risorse
Le metodologie e gli strumenti dell’educazione ambientale - Il sistema delle risorse educativo-ambientali

Giovedì 24 marzo 2011
2°modulo (4h - pomeriggio): biodiversità e aree protette
Biodiversità, conservazione e sostenibilità - Il sistema delle aree protette  - la politica dei parchi e della regione - opportunità e limiti

Giovedì 7 aprile 2011
3°modulo (4h - pomeriggio): fruizione e progetti Cai
Turismo naturalistico-culturale in area protetta   I progetti del Cai  nei parchi

Domenica 8 maggio 2011
4°modulo (8h - intera giornata): in montagna
Escursione e attività in ambiente

Ogni modulo avrà un tempo dedicato alla discussione per raccogliere valutazioni, esperienze e progetti dei corsisti; inoltre l’occasione per presentare metodologie didattiche, giochi in natura, escursioni, laboratori di manualità creativa, esempi di narrazione, musica. Nel corso delle giornate è sempre prevista una comune valutazione dei materiali e dei risultati intermedi e poi di quelli finali.

Corso di formazione per docenti

8 maggio 2011

“Progettare per la sostenibilità. Metodi, strategie e territorio”

Ultima giornata di studio a Castelli (TE)

Domenica 8 maggio 2011

E’ positivamente terminato a Castelli (TE) il Corso di Educazione Ambientale per docenti organizzato dal Centro di Educazione Ambientale “gli aquilotti” del Cai Abruzzo (progetto “Di Scuola in Cea “ della Regione Abruzzo). Nel programma della giornata la sosta al “mulinetto degli malti”, l’escursione al Fondo della Salsa, la visita all’Istituto Statle d’Arte e alla fattoria didattica “il bivacco del Parco”. La giornata si è conclusa con la visita al paese e alle sue fabbriche, la valutazione comune delle proposte didattiche elaborate dai corsisti su Castelli e il suo territorio. Alla riuscita dell'incontro ha fattivamente collaborato la Sezione Cai di Castelli intitolata all’alpinista “Piergiorgio De Paulis.  Grande la soddisfazione manifestata dai partecipant alla consegna degli attestai e ai saluti conclusivi.

Gli incontri precedenti si sono svolti a Teramo nelle aule dell'Istituto d’Istruzione Superiore Di Poppa – Rozzi (TE) nei giorni 11 e 24 marzo e il 7 aprile.

Giornata Mondiale dell’Acqua - “ACQUA PER LE CITTA'
22 marzo 2011

22 marzo 2011 – giornata mondiale dell’acqua - “ACQUA PER LE CITTA’:

come rispondere alle sfide dell’urbanizzazione”

Il 22 marzo di ogni anno si celebra la Giornata Mondiale dell’Acqua. L’evento è stato istituito dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite nel 1993. Il tema scelto per la GMA 2011 diventa un momento di riflessione di tutte le istituzioni per capire quali siano le reali sfide rappresentate dalla gestione urbana delle risorse idriche. Un appello importante in quanto il diritto all’acqua dolce è vitale per ogni essere vivente e la riduzione della quantità e della qualità di questa preziosa risorsa del pianeta deve vedere impegnati tutti i popoli. L’acqua è tra le risorse più importanti nel complesso sistema di relazioni tra uomo e natura. Le cifre che ci parlano dei disagi nel mondo dovuti alla mancanza di acqua sono clamorose e socialmente inaccettabili. Oltre un miliardo di persone, circa un sesto della popolazione mondiale, non ha accesso ad acqua sicura e quasi 2 miliardi e 500 milioni, ossia il 40 per cento della popolazione del pianeta, non dispongono di impianti igienici adeguati.

  • Ogni giorno, circa 6.000 bambini muoiono per malattie causate da acqua inquinata, da impianti sanitari e da livelli di igiene inadeguati – come se 20 jumbo jet si schiantassero ogni giorno.

  • Si stima che acqua non potabile e impianti igienici inadeguati siano all’origine dell’80 per cento di tutte le malattie presenti nel mondo in via di sviluppo.

  • Donne e bambine tendono a soffrire maggiormente a causa della mancanza di impianti igienici.

Il Cea “gli aquilotti” del Cai Abruzzo riafferma l'importanza dell'acqua come risorsa condivisa, piuttosto che come bene economico monetizzabile. Dal 2001 c’è l’impegno annuale per sensibilizzare e coinvolgere rivolgendosi al mondo della Scuola, ai soci e ai cittadini tutti. Il Cai Abruzzo ha svolto anche azioni internazionali con il progetto “summit for peace” nel continente africano e in particolar modo in Tanzania, intervenendo sui problemi di carenza e di qualità delle risorse idriche, realizzando pozzi e potabilizzatori.

L’evento planetario dell’ONU coinvolge oltre 100 Paesi nei quali sono state organizzate conferenze, tavole rotonde, iniziative in ambiente e mostre sui temi connessi all’utilizzo dell’acqua, in particolare per riaffermare che l’acqua è un diritto e non una merce.

L’ONU ha lanciato anche la sfida dei dieci anni, 2005-2015 “acqua fonte di vita” per ridurre drasticamente queste cifre. In ogni parte del mondo preservare l'acqua è una scelta prima di tutto culturale.

Oggi nel pianeta un abitante su due vive in un contesto urbano e le città crescono a ritmi incessanti. Il 93% dei processi di urbanizzazione avviene nei paesi più poveri o in via di sviluppo. Nel 50% dei casi le città si espandono a seguito di un aumento della popolazione, nel 25% per migrazioni da aree rurali e in un restante 25% a causa dell’inglobamento di terre rurali in aree urbane.

La crescita urbana mondiale è rappresentata in gran parte dall’espansione di quartieri poveri che crescono ad una velocità straordinaria: si prevede che nel periodo 2005-2020 questi aumentino  la loro popolazione con una media di 27 milioni di persone l’anno, a livello mondiale.

Gestire una città è molto complicato: è necessario adottare un approccio differente secondo il tipo di contesto urbano con il quale ci si deve confrontare. Tra le sfide che una città deve affrontare, oltre a quelle più strettamente sociali e strutturali, assumono sempre più rilevanza quelle ambientali.

Uno dei fattori critici dell'amministrazione di una città è proprio la gestione dei servizi igienico-sanitari e delle risorse idriche. Sono poche le amministrazioni locali che, in particolare nei paesi in via di sviluppo, hanno trovato una soluzione sostenibile alla questione dei servizi idrici urbani, spesso inficiata anche da problematiche di inquinamento delle acque.

E’ inoltre sempre più evidente che il settore idrico subirà gli effetti del cambiamento climatico, soprattutto a causa dell’impatto di inondazioni, siccità e altri eventi di natura estrema. Si prevede che la disponibilità delle risorse idriche subisca cambiamenti sia sul piano qualitativo che quantitativo con conseguenti complicazioni nella realizzazione delle reti di distribuzione, l’interruzione dei servizi e la crescita dei costi per i servizi idrici e di raccolta delle acque reflue.

Per capire quali siano le reali sfide rappresentate dalla gestione urbana delle risorse idriche, la Giornata Mondiale dell’Acqua 2011 affronterà cinque aree tematiche fondamentali:

  • L’Urbanizzazione: l’impatto della rapida crescita della popolazione urbana e di quella nelle aree più povere.

  • L’inquinamento: l’impatto dell’industrializzazione, l’inquinamento delle acque e il degrado ambientale.

  • Aspetti amministrativi e gestionali: come implementare e sostenere le riforme urbane volte alla gestione delle utenze e al miglioramento della governance.

  • Gli investimenti economici: la necessità di incrementare gli investimenti nel settore idrico urbano, nei servizi igienicosanitari, nella gestione delle acquee reflue e dei rifiuti.

  • Il Cambiamento Climatico: l’impatto del cambiamento climatico, dei conflitti e dei disastri naturali sui sistemi idrici urbani e sulla gestione dei rifiuti.

Per confermare il valore della “cultura dell’acqua” dal 22 marzo il Cea “gli aquilotti” sarà presente in diverse Scuole a iniziare dalla Scuola primaria di Arsita (TE).

In ogni parte del mondo preservare l'acqua è una scelta prima di tutto culturale, tenendo presente l’incalcolabile divario sul consumo medio di acqua tra paesi occidentali e paesi in via di sviluppo, nei quali il 90% delle acque reflue non è trattato, inoltre, in generale dispersioni e sprechi causano una perdita stimata attorno al 50% dell'acqua da bere.

A Norcia (PG) dal , sul tema: un Appennino per 4 regioni, natura e ambiente.
Aggiornamento insegnanti

10 al 13 aprile 2011

La Commissione Centrale Tutela Ambiente Montano del Club Alpino Italiano, in collaborazione con la Commissione Centrale di Alpinismo Giovanile e con il Comitato Scientifico Centrale, organizzano, con il riconoscimento del Ministero della Pubblica Istruzione, un corso di aggiornamento per docenti di scuole secondarie di 1° e 2° grado della durata di quattro giorni, da domenica 10 aprile a mercoledì 13 aprile 2011, in località Norcia (PG), nel territorio del Parco Nazionale dei Monti Sibillini.

Il corso, intitolato "Un Appennino per quattro regioni",  prenderà in esame le tematiche ambientali, storiche e religiose, sia di carattere generale che peculiari dell’area montana posta tra Umbria, Marche, Lazio e Abruzzo. Una particolare attenzione nel programma didattico riceverà il Parco Nazionale dei Monti Sibillini.

Nelle quattro giornate del corso si svolgeranno lezioni frontali, momenti di dibattito e lavoro di gruppo ed escursioni didattiche in ambiente montano, nei territori del Parco nazionale dei Monti Sibillini e del Parco nazionale del Gran Sasso Monti della Laga.

Il Corso, riconosciuto dal Ministero della Pubblica Istruzione con decreto del 13 luglio 2010, dà diritto, per i docenti partecipanti, all'esonero dal servizio. Al termine del corso sarà rilasciato un regolare attestato di partecipazione.

Per informazioni e programma completo: Corso Nazionale per Insegnanti (Norcia, aprile 2011)

Corso di formazione per docenti - “Progettare per la sostenibilità. Metodi, strategie e territorio”
8 maggio 2011

Corso di formazione per docenti

“Progettare per la sostenibilità. Metodi, strategie e territorio”

Ultima giornata di studio a Castelli (TE)

Domenica 8 maggio 2011

E’ positivamente terminato a Castelli (TE) il Corso di Educazione Ambientale per docenti organizzato dal Centro di Educazione Ambientale “gli aquilotti” del Cai Abruzzo (progetto “Di Scuola in Cea “ della Regione Abruzzo). Nel programma della giornata la sosta al “mulinetto degli malti”, l’escursione al Fondo della Salsa, la visita all’Istituto Statle d’Arte e alla fattoria didattica “il bivacco del Parco”. La giornata si è conclusa con la visita al paese e alle sue fabbriche, la valutazione comune delle proposte didattiche elaborate dai corsisti su Castelli e il suo territorio. Alla riuscita dell'incontro ha fattivamente collaborato la Sezione Cai di Castelli intitolata all’alpinista “Piergiorgio De Paulis.  Grande la soddisfazione manifestata dai partecipant alla consegna degli attestai e ai saluti conclusivi.

Gli incontri precedenti si sono svolti a Teramo nelle aule dell'Istituto d’Istruzione Superiore Di Poppa – Rozzi (TE) nei giorni 11 e 24 marzo e il 7 aprile.

SEP programma dal 24 al 29
24 - 29 maggio 2011

PARCO NAZIONALE D'ABRUZZO LAZIO E MOLISE - PARCO NAZIONALE DEL GRAN SASSO E MONTI DELLA LAGA - RISERVA DEL BOSCO CAROMAN (VE)

Il 24 maggio è diventato l’appuntamento annuale che ricorda l'istituzione del primo parco europeo, avvenuta in Svezia il 24 maggio del 1909. la Federazione Italiana Parchi e Riserve Naturali raccoglie in un cartello unico le attività riferite a questa data. Per il periodo dal 24 al 29 maggio 2011 il Centro di Educazione Ambientale “gli aquilotti” del Cai Abruzzo, nell’Anno Internazionale delle Foreste, celebra questo evento e si rivolge a
studenti, amministratori, professionisti, turisti ed escursionisti proponendo un calendario di iniziative, realizzate direttamente in collaborazione  con le Sezioni e OTP del Cai, nei territori del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise. del Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga e nella Riserva “bosco di Ca’ Roman” nell’isola di Pellestrina (VE), della Laguna di Venezia. Nelle escursioni si affronta il tema delle foreste e della deforestazione che è
sicuramente uno dei più importanti nel panorama legato ai cambiamenti del clima. Dal 2000 ad oggi sono andati persi 5,2 milioni di ettari di foresta ogni anno, per un totale di oltre 161 milioni di ettari. Con gli alunni e i soci Cai sui sentieri nelle estese faggete dell’Appennino e – il 29 maggio 11^ Giornata nazionale dei Sentieri - nella macchia mediterranea tra le dune della Laguna di Venezia.

CALENDARIO DELLE INIZIATIVE 24 - 29 maggio 2011

24 maggio – martedì – Giornata Europea dei Parchi nel Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga. Una giornata in montagna con gli alunni dell’Istituto d’Istruzione Superiore Di Poppa – Rozzi (TE). In escursione lungo il Sentiero Italia da Prato Selva a Nerito (TE), in collaborazione con la Sezione Cai di Teramo e la Sezione Cai di Castelli. Nell’ambito del percorso educativo “un sentiero per amico – il paese presidio culturale della montagna“

Club Alpino Italiano - Abruzzo  Centro di Educazione - Ambientale “gli aquilotti”
Settimana Europea dei Parchi (dal 23 al 29 maggio 2011) 1^ giornata nazionale dei sentieri - Centro di Educ.ne Amb.le “gli aquilotti” del Cai Abruzzo  – 2011 Settimana Europea dei Parchi

26 maggio – giovedì – Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise. E’ previsto un doppio incontro con gli alunni di Trasacco (AQ, sia della  primaria, sia della secondaria di 1^. L’avvio con gli alunni dell’Istituto Comprensivo Trasacco - primaria e, a seguire, escursione nel bosco di Villavallelonga, nella località Aceretta, sempre con gli con gli alunni dell’Istituto Comprensivo Trasacco – questa volta della secondaria di 1^.  L’attività si realizza in collaborazione con il Cai, Sottosezione Coppo dell’Orso, nell’ambito del percorso educativo “un sentiero per amico – il paese presidio culturale della montagna“.

27 maggio – venerdì – Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga. Incontro con gli alunni della Scuola primaria di Arsita (TE), per attività laboratoriali nell’ambito del progetto “Parco in Aula”, percorso educativo “sapori e saperi della montagna - I presidi alimentari in montagna. L’attività si realizza in collaborazione con la Sezione Cai, di Castelli e la Sottosezione di Arsita.

28 e 29 maggio – sabato e domenica – dal Gran Sasso d’Italia alla Laguna di Venezia e alla Riserva “bosco Ca’ Roman. Laga. Due giornate organizzate dalla Sezione Cai di Castelli e Sottosezione Arsita in collaborazione con il Cea “gli aquilotti”,  la Sezione Cai di Chioggia e il Cea di Chioggia. Alla scoperta delle  isole di Chioggia, Murano, Venezia e Pellestrina. Nell’11^ Giornata Nazionale dei Sentieri, organizzata dal Cai -  Commissione Centrale per l’Escursionismo in escursione nella Riserva “bosco di Ca’ Roman” di Pelelstrina, promuovendo l’escursionismo e la conoscenza naturalistica dell’ambiente
dunale.

Tavola rotonda "Educare alla natura. Le esperienze delle Aree Protette a confronto"
16 maggio 2011

Tavola rotonda "Educare alla natura. Le esperienze delle Aree Protette a confronto"

Abbiamo il piacere di invitare i CEA della Regione Abruzzo e le Scuole di escursionismo /di montagna   a  partecipare  alla  Tavola  rotonda  “Educare  nella  natura.  Le esperienze  delle Aree  Protette  a  confronto”,  che  si  terrà  sabato  16  luglio  alle  ore  9.30  presso  il Centro Culturale Orsa Maggiore di Civitella Alfedena (AQ).

La tavola rotonda,  promossa dal Master in Gestione dello Sviluppo Locale nei Parchi e nelle Aree Naturali (GESLOPAN), realizzato dall’Università degli Studi di Teramo - Facoltà di Agraria, Scienze Politiche e Medicina Veterinaria,  si propone come momento di confronto  tra gli attori istituzionali  impegnati  nell’educazione  ambientale con la partecipazione degli  allievi  e  dei  docenti  del Master,  aperto  alla cittadinanza e a tutti i soggetti interessati. Obiettivo  dell’incontro  è  quello  di  presentare  e  discutere  le  esperienze  e  le  problematiche relative all’educazione ambientale nelle aree protette della Regione Abruzzo.  Alla  tavola  rotonda sono invitati  la  Regione  Abruzzo  -  Servizio  Sviluppo  Sostenibile  Rete  INFEA,  i  referenti  per l’educazione ambientale delle Aree Protette della Regione, i Centri di Educazione all'ambiente e le Associazioni, le Cooperative e  scuole di escursionismo/montagna.

Quando  la Terra  fu  creata  con  tutti  i  suoi  esseri  viventi,  l’intenzione del creatore non era di renderla vivibile  solo agli uomini. Siamo stati messi  al  mondo  insieme  ai  nostri  fratelli  e  sorelle,  con  quelli  che hanno quattro zampe, con quelli che volano e con quelli che nuotano. Tutte  queste  forme  di  vita,  anche  il  più  piccolo  filo  d’erba  ed  il  più grosso  degli  alberi,  formano  con  noi  una  grande  famiglia.  Tutti  noi siamo fratelli e ugualmente importanti su questa terra. (dal ringraziamento degli Irochesi)

Prof. Pietro Giorgio Tiscar

Coordinatore del Master GESLOPAN

Corso nazionale di aggiornamento per insegnanti
13 / 16 ottobre

13 – 16 ottobre 2011 – Corso nazionale di aggiornamento per insegnanti

“L'ACQUA, L'UOMO E LE FORESTE”

Organizzato dal Cai il Corso nazionale di aggiornamento per insegnanti a Prato di Resia (UD), nel Friuli Venezia Giulia

13-16 ottobre 2011 - Parco Naturale delle Prealpi Giulie

Il corso di aggiornamento nazionale per insegnanti si propone di far conoscere ed analizzare il patrimonio della Val Resia, una vallata ancora selvaggia e abitata da genti che hanno saputo mantenere pressoché inalterate nel corso del tempo, lingua, cultura e usanze proprie. Ci troviamo in un Parco regionale  del Friuli Venezia Giulia, in un territorio tutelato dove forti sono i legami con la tradizione, l’uso dei materiali diversi e il paesaggio, tutti fattori che hanno indirizzato significativamente la vita nelle "terre alte". Il corso si pone anche l’obiettivo di proporre agli insegnanti un metodo adeguato per usufruire al meglio di progetti e proposte del Cai per approfondirne i contenuti. La collaborazione Cai - mondo della Scuola consente ai docenti di personalizzare e adattare i progetti di educazione ambientale del Cai, ma anche la possibilità di apprendere quanto necessario per una corretta e sicura conduzione degli studenti sui sentieri. Sarà anche l’occasione per arricchire  l’intesa sottoscritta  tra Cai FVG e Parco delle Prealpi Giulie. Al Corso parteciperà anche il Cea “gli aquilotti” del Cai Abruzzo.

Settimana UNESCO
7-13 novembre

Settimana UNESCO - di Educazione allo Sviluppo Sostenibile 2011 - A come Acqua- 7-13 novembre 2011

PRESENTAZIONE - di Filippo Di Donato

L’UNESCO organizza la Settimana di Educazione allo Sviluppo Sostenibile (dal 7- al 13 novembre 2011). La proposta, giunta alla sesta edizione, rientra nel Decennio dell'Educazione allo Sviluppo Sostenibile (DESS) 2005-2014 che è una grande campagna lanciata dalle Nazioni Unite per sensibilizzare giovani e adulti di tutto il mondo ai principi della solidarietà e del rispetto verso un futuro dell’umanità attento alle popolazioni e alle risorse della Terra. Ogni anno l’UNESCO affronta questioni planetarie attinenti la sostenibilità e la biodiversità, sceglie un argomento diverso e questa volta la settimana è dedicata al tema dell’ACQUA. In Italia si terrà sotto l’egida della Commissione nazione per l’Unesco.

La manifestazione è aperta ad ogni struttura del Cai, singolarmente o insieme con tutti coloro - dalle istituzioni alle scuole, dalle associazioni alle università, dalle ONG alle imprese – che vorranno organizzare attività formative e culturali (conformi ad un’ampia griglia di requisiti indicati) al fine di diffondere competenze, sensibilità e stili di vita orientati alla sostenibilità.

Sul sito www.unescodess.it sono scaricabili la scheda di adesione e i requisiti; il termine scade il 7 ottobre p.v.

L’acqua è una sostanza indispensabile alla vita sulla Terra. La sua presenza è alla base di uno sviluppo durevole, necessaria per eliminare malattie, povertà e fame. La storia dell’uomo, della civiltà e dello sviluppo è stata sempre legata all’acqua.

L’acqua è un tema molto caro al Club Alpino Italiano che ha sempre evidenziato le relazioni, molte e vitali, che esistono e vengono studiate, tra il “mondo ipogeo”, quello delle cavità sotterranee e quello delle vette, il “mondo solare”, della verticalità e dell’altitudine. Un cerchio chiuso dall’inarrestabile e dinamico “ciclo dell’acqua”.

L’acqua, indispensabile alla vita, risorsa insostituibile è minacciata dall’inquinamento, dai cambiamenti climatici, dall’uso indiscriminato, dagli sprechi, da inadeguati modelli di consumo e da cattive gestioni…

Le montagne sono luoghi dove l’acqua è presente in abbondanza, con i ghiacciai, le nevi perenni e i grandi sistemi carsici. I corsi d’acqua nascono dalle montagne; prima sorgenti, poi torrenti sempre più impetuosi e progressivamente fiumi che, potenti ed utili, con anse e meandri, segnano e modellano il territorio, realizzano la vitale continuità di ambienti e di ecosistemi fino ad incontrare le acque del mare.

Di riferimento per le iniziative anche la “giornata mondiale dell’acqua”

1993 NASCE LA GIORNATA MONDIALE DELL’ACQUA L’Assemblea Generale delle Nazioni Unite sceglie il 22 marzo di ogni anno come “giornata mondiale dell’acqua”

2001 1^ EDIZIONE IN ITALIA - ACQUA E SALUTE Per la prima volta in Italia si celebra la “giornata mondiale dell’acqua”, aprendosi al territorio ed alla cultura locale attraverso tre fasi del suo ciclo naturale: “100 sorgenti”, “ impianti porte aperte” e “io e la fontana”.

Dal 2001 ogni anno si svolgono eventi che hanno visto coinvolto anche il Cai. Il Centro di Educazione Ambientale “gli aquilotti” del Cai Abruzzo, insieme a Sezioni e Parchi ha promosso iniziative diverse.

Nel 2002, Anno Internazionale delle Montagne, il Cai trattò un tema fortemente attuale, come ribadito dai recenti referendum: “l’acqua che berremo”, sviluppato dal Comitato Scientifico Centrale, dalla Società Speleologica Italiana e dal Corpo Nazionale del Soccorso Alpino e Speleologico, ripreso poi nel 2003 Anno Internazionale dell’Acqua.

L’ONU ha lanciato anche la sfida dei dieci anni, 2005-2015 “acqua fonte di vita” per ridurre drasticamente il numero delle persone che nel mondo non hanno accesso all’acqua. Le cifre che ci parlano dei disagi nel mondo dovuti alla mancanza di acqua sono clamorose e socialmente inaccettabili. Un quarto della popolazione del pianeta vive in situazioni critiche: oltre 1 miliardo di persone nel mondo, oggi non hanno accesso all’acqua potabile. Ogni giorno, circa 6.000 bambini muoiono per malattie causate da mancanza di acqua o da acqua inquinata.

L’acqua è un dono della terra dato dalla continuità di meccanismi naturali che regalano la vita, con l’uomo al vertice di ogni piramide. Innumerevoli le azioni che l’acqua svolge e consente di compiere nel complesso sistema della vita e delle dinamiche del pianeta. L’acqua è l’oro blu del pianeta, posta in gioco in molti processi di pace. In ogni parte del mondo preservare l'acqua e usarla in modo equo è una scelta prima di tutto culturale.

Comunicato Settimana UNESCO
7-13 novembre

VENTO: Settimana UNESCO di Educazione allo Sviluppo Sostenibile - A come Acqua 7 – 13 novembre 2011

COMUNICATO - AL VIA LE ATTIVITA’ DEL CENTRO DI EDUCAZIONE AMBIENTALE - “GLI AQUILOTTI” DEL CAI ABRUZZO

L’UNESCO ha organizzato la Settimana di Educazione  allo Sviluppo Sostenibile – EES (dal 7 al 13 novembre 2011) per sensibilizzare  giovani e adulti di tutto il mondo ai principi della solidarietà e del rispetto verso un futuro dell’umanità attento alle popolazioni e alle risorse della Terra. Ogni anno l’UNESCO affronta questioni planetarie attinenti la sostenibilità e la biodiversità, scegliendo un particolare argomento e questa volta la settimana è stata dedicata al tema dell’ACQUA.  

Il Centro di Educazione Ambientale “gli aquilotti” del Cai Abruzzo, ha aderito all’impegno dell’Unesco e ha in programma diverse iniziative che coinvolgono Sezioni Cai e Scuole. Il Cea ha utilizzato, come riferimento, anche quanto realizzato per la “giornata mondiale dell’acqua”, celebrata dal Cai ogni 22 marzo, dal 2001.  Attenzione anche al progetto “Terre Alte” con la realizzazione di una Mostra informativa del progetto di
recupero del mulinetto per la produzione degli smalti e dei colori di proprietà del Cai Abruzzo lungo il Sentiero che da Castelli (TE) raggiunge Castel del Monte (AQ). Gli insegnanti sono i principali referenti della proposta di ESS, sensibili ai temi dell’Educazione Ambientale, all’importanza della montagna, alla tutela e al rispettoso uso delle risorse, alla qualità della vita delle generazioni future.

Hanno aderito alla proposta del Cai-Cea “gli aquilotti” le Scuole:

  • ISTITUTO TECNICO ECONOMICO “B.PASCAL” TERAMO – con l’iniziativa:  dallafonte al rubinetto
  • ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE "FORTI-COMI" - con l’iniziativa:  Acqua trascienza, storia e cultura
  • SCUOLA PRIMARIA DEL PLESSO DI FONTANELLE DI ATRI (TE) - con l’iniziativa: Acqua e stili di vita - Acqua , salute e povertà
  • ISTITUTO STATALE D’ARTE “F.A.GRUE” DI CASTELLI (TE) – con l’iniziativa: Acqua e Cultura per la ceramica di Castelli (TE)


Le Scuole che partecipano alla Settimana Unisco ESS 2011 hanno la possibilità di entrare a far parte della Rete internazionale di “Scuole Associate all’Unesco”.

Collaborano, con il Cea “gli aquilotti”, la Sezione Cai “Piergiorgio De Paulis” di Castelli (TE), La Sottosezione Cai “Massimiliano Ciotti” di Arsita (TE), la Sezione Cai “Gran Sasso d’Italia” di Teramo e il Centro di Educazione Ambientale dell’Istituto “Forti-Comi”.

L’Amministrazione comunale di Castelli (TE) ha dato il patrocinio alla proposta del Cai.

PROGRAMMA DELLE GIORNATE
Sono previste attività diverse distribuite dal 7 al 13 novembre, in gran parte nel
territorio del Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga:

  • lunedì 7 novembre: incontro con i soci della Sezione Cai di Castelli (TE); sopralluogo al mulinetto degli smalti e dei colori, lungo la “via dei mulini” e un tratto del “sentiero terre alte”;
  • lunedì 7, martedì 8 e mercoledì 9 novembre: incontri con gli studenti dell’Istituto Forti-Comi (TE);
  • martedì 8 novembre: escursione lungo il fiume Tordino e visita al paese di Padula (TE) con gli studenti dell’Istituto Pascal (TE) in collaborazione con la Sezione Cai di Teramo;
  • giovedì 10 novembre: incontro con gli studenti di Fontanelle di Atri;
  • venerdì 11 novembre: incontro con gli studenti dell’Istituto F.A.Grue di Castelli (TE);
  • venerdì 11 novembre: incontro con i soci della Sezione Cai di Teramo;
  • sabato 12 novembre: presentazione delle attività alla festa della Solidarietà a Castelli (TE);
  • domenica 13 novembre: incontro con i soci della Sottosezione Cai di Arsita (TE) ed escursione alle sorgenti del Fiume Fino.

Info: www.caiabruzzo.itwww.caicastelli.it

L’acqua è risorsa insostituibile alla vita, accompagna la cultura dell’uomo, segna ogni sistema montuoso e permea il Sistema delle Aree protette. Innumerevoli le azioni che l’acqua svolge e consente di compiere nel complesso sistema della vita e delle dinamiche del pianeta. L’acqua è l’oro blu del pianeta, posta in gioco in molti processi di pace. In ogni parte del mondo preservare l'acqua e usarla in modo equo è una scelta prima di tutto
culturale. Le cifre che ci parlano dei disagi nel mondo dovuti alla mancanza di acqua sono clamorose e socialmente inaccettabili. Un quarto della popolazione del pianeta vive in situazioni critiche: oltre 1 miliardo di persone nel mondo, oggi non hanno accesso all’acqua potabile. Ogni giorno, circa 6.000 bambini muoiono per malattie causate da mancanza di acqua o da acqua inquinata.  Il Cai Abruzzo è intervenuto in Africa con il progetto “summit
for peace”, realizzando importanti azioni in Tanzania, tali da garantire l’uso di acqua potabile a diversi villaggi.

La settimana EES, fatta propria dal Cai con l’Escursionismo e la Tutela dell’Ambiente Montano, è un’occasione di crescita, di consapevolezza e di impegno, sia dei cittadini sia delle istituzioni.

12 Eventi