Contenuto principale

Report 2011 – Cai Castelli

 

Report 2011 Cai Castelli

2011 Programma Cai Castelli - Cai Arsita

6 Gennaio: Presepe vivente a Villa Rossi

27 Febbraio: Monte vettore: invernale al PN sibillini da forca di presta

20 Marzo: passeggiando tra i faggi

07-08: Maggio Gita sociale Laguna di Venezia

29 Maggio: CAI Castelli FIE Roma

19 Giugno: Monte Porrara: PN Maiella da palena

3 Luglio: Corno Piccolo PN Gran Sasso Laga Sentiero Ventricini Via Danesi

24 Luglio Monte Giano: Lazio Nord da santa maria delle grotte (interiezionale cai antrodoco)

7 Agosto: Monte Coppe

Dal 27 Agosto al 3 Settembre: settimana alle Alpi

25 Settembre: Serra di Celano: Monte Tino PR Velino Sirente da Celano

9 Ottobre: Monte Genzana: da pettorano sul gizio per il vallone san nicola

20 Novembre Sorg. Fino – Gravone con Castagnata

26 Dicembre: Piergiorgio De Paulis

Presepe Vivente di villa Rossi

6 gennaio 2011

Il Cai di Castelli organizza il Presepe vivente a Villa Rossi di Castelli.

-----

Festa dell'alpino

15 - 16 gennaio 2011

INSIEME PER LA MONTAGNA  nel Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga  2010 - 2011 - 9^ FESTA DELL'ALPINO SULLA NEVE

Programma delle giornate: accompagnatore - Filippo Di Donato (ANE - AEI)
Sabato 15 gennaio 2011
10.00 Ritrovo dei partecipanti nella Piazza di Pietracamela
10.15 Deposizione fiori al monumento ai caduti
10.30 Tra le vie del paese, sosta alla Palestra di roccia “aquilotti del g.sasso”
11.00 Inizio Escursione: Pietracamela - Prati di Tivo
14.30 Arrivo e sistemazione: Hotel Amorocchi e Miramonti a Prati di Tivo
15.00 Alzabandiera e presentazione della manifestazione
16.00 Visita alla Foresteria degli Aquilotti a Prati di Tivo

18.00 Eventuale fiaccolata con gli sci dal “pilone”

19.00 Cena in Hotel … “mostre” e proposte Cai–Cea “gli aquilotti” 2011
21.00 Giochi sulla neve con fiaccolata lungo l’anello dei Prati di Tivo “vin brulè”’ per tutti - Pernottamento in Hotel

Domenica 16 gennaio 2011
08.00 Prima colazione in Hotel

09.00 Inizio Escursione sulla neve all’Arapietra
10.00 Trofeo di sci “alpino Aladino Di Gennaro” tra le Associazioni
13.00 Ammainabandiera
13.30 Pranzo in Hotel attestato saluti conclusivi
Quota Adesione (cena, pernottamento, colazione e pranzo ): € 41,00 a persona: soci Cai/ANA - € 50,00 non soci + spese assicurazione. Prenotazioni: Cai-Cea “gli aquilotti” Tel-Fax 0861.328451-339.7459870 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - oppure Gruppo Alpini Teramo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Tel-fax 0861.245897 – 3889419153 – Telefono REMO 339.7465284 – Fax 0861.245747. eventuale camera singola, con supplemento. I partecipanti riceveranno materiali del Parco e del Cai preparati dal Cea “gli aquilotti”

Escursione invernale al Monte vettore

27 febbraio 2011

Il Cai di Castelli organizza il 27 Febbraio 2011 l'escursione invernale al Monte vettore al Parco Nazionale dei Sibillini da Forca di presta

Carnevale

6 marzo 2011

Concorso a tema per la maschera manufatta più bella “Personaggi di fumetti e cartoni animati”

Grande sfi lata per le vie del paese

Categorie in gara
• Carri e gruppi con più di 4 persone
• Adulti
• Bambini (fi no ai 14 anni)

Animazione e buffet in piazza Roma

Ai vincitori delle categorie Premi in ceramica realizzati dal Liceo Artistico per il design “F. A. Grue” di Castelli

Premio di partecipazione a tutti gli iscritti al concorso

Quota di partecipazione € 2,00 per maschera
Inizio sfi lata e raccolta iscrizioni a partire dalle 14:30 presso la sede della Pro Loco (loc. Streppino)
È gradito qualsiasi contributo per il buffet in piazza
Preferita iscrizione anticipata: Pro Loco Castelli tel. 334 9074222 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
In caso di mal tempo la manifestazione si svolgerà il giorno martedì 8 marzo 2011

Festa della donna

08 marzo 2011

Festa della donna

h 18:30, proiezione di un film a tema presso la sede operativa della Pro Loco Castelli, località Streppino
h 20:30, cena per sole donne presso il ristorante "Il Giardino di Maria", frazione Colledone
Quota di partecipazine € 16,00

L'iniziativa è aperta a tutte le donne.

Prenotarti anro e non oltre il 6 marzo 2011 presso la Pro Loco Castelli.

Info: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - 334.90 74 222

Escursione Monte San Vito

17 marzo 2011

Il Cai di Castelli in collaborazione con la Sottosezione di Arsita e con il Cai di Farindola, organizzano l'escursione dei 150 anni dell'Unità d'Italia al Monte San Vito.

Programma

Il ritrovo è alle ore 8:30 a Rigopiano presso il rifugio "Tito Acerbo"

ore 9:00 partenza dal Rifugio "Tre Pozzetti"

ore 11:00 esposizione bandiere

ore 13:30 polentata al Rifugio Tre Pozzetti

 

Relazione - Escursione Monte San Vito

17 marzo 2011

Relazione Escursione Monte San Vito – Giovedì 17 marzo 2011 Festa dell'Unità d'Italia
Rifugio Tre Pozzetti (1600 m) – Monte San Vito (1892 m) – Rifugio Tre Pozzetti (con sosta al cippo dedicato alla memoria del capitano Giancarlo Vuanello) - Tempo impiegato: 4 ore

In occasione delle celebrazioni dei 150 anni dell'Unità d'Italia la sezione Cai Castelli, in collaborazione con la sottosezione di Arsita e con la sezione Cai di Farindola, ha programmato l'escursione al Monte San Vito, con partenza dal Rifugio Tre Pozzetti e ritorno nella medesima località, ritenendo significativo poter festeggiare tale evento con un'ascesa. Dopo il ritrovo al Rifugio Tito Acerbo in località Rigopiano e la prosecuzione con le macchine fino
alla strada antistante il Rifugio Tre Pozzetti (1600 m), il nutrito e motivato gruppo di escursionisti attacca, alcuni con le racchette da neve, altri con gli sci, altri con i soli scarponi, il sentiero che attraverso l'innevata faggeta porta alla vetta del Monte San Vito. La prima parte dell'escursione si svolge sulla neve fresca, tra gli alberi del bosco, accanto ai quali la traccia del nostro passaggio si fa più evidente man mano che procediamo, lasciando segni di ciaspole e bastoncini sulla coltre bianca. L'allegra comitiva prosegue con un buon passo fino all'uscita dal bosco, presagita dal fischio del vento che diventa sempre più intenso man mano che il sentiero si inerpica sul brullo pendio. Attraversata la conca del Lu Fonne (1701 m) si arriva, successivamente ad un breve tratto ripido punteggiato da qualche roccetta affiorante, ad un piccolo pianoro dal quale la vista può spaziare sulla distesa dell'altopiano di Campo Imperatore, meraviglioso nella sua veste invernale. Una breve sosta per ricompattare il gruppo e si può proseguire nell'ultimo tratto che porta alla cima, prestando attenzione al terreno ghiacciato a seguito dei forti venti. La vetta del Monte S. Vito (1892 m) si apre improvvisa su di una breve cresta che vi conduce, percorsa la quale il gruppo di escursionisti può finalmente esporre le bandiere tricolori e festeggiare con canti e risate il centocinquantesimo dell'Unità d'Italia. Attorno al festoso e simpatico gruppo intento ad intonare l'inno nazionale e a brindare per l'evento, lo spazio si apre a mostrare il paesaggio abruzzese, tra nuvole e sprazzi di luce: le colline del teramano susseguentisi fino ad arrivare al mare Adriatico ad est, la catena del Gran Sasso a ovest, l'immensa piana di Campo Imperatore attorniata dalla catena della Majella sullo sfondo. Il significato dell'Unità d'Italia e l'intento delle celebrazioni si esplica nella coesione degli escursionisti partecipanti all'iniziativa, ciascuno con una propria storia e provenienza le quali si intrecciano a quelle dei compagni a palesare l'unità di popolo, richiamando lontanamente la simile compagine di camicie rosse garibaldine.
La discesa si svolge senza alcuna difficoltà, deviando leggermente dal sentiero dell'andata in direzione del cippo dedicato alla memoria del capitano Giancarlo Vuanello caduto mentre sorvolava il territorio a bordo di un cacciabombardiere. Il ritorno al Rifugio Tre Pozzetti per i festeggiamenti finali consente agli escursionisti di assaporare un ottimo piatto di pasta tricolore e delle gustose salsicce abruzzesi, il tutto accompagnato da copiose quantità di vino rosso che rinfrancano dal freddo e allietano il pomeriggio. Il bilancio della giornata escursionistica non può che essere estremamente positivo, avendo consentito a diverse persone di vivere la montagna in serena compagnia e sicurezza, celebrando al contempo una data significativa per la storia italiana. Si ringrazia per la partecipazione all'escursione il vicepresidente del Cai Abruzzo Gaetano Falcone il quale non manca mai di dare sostegno alle iniziative delle piccole sezioni Cai di montagna.

Giancarlo Di Pietro - Alice Crisanti

 

I luoghi di culto rupestri nelle valli di antrodoco

01 maggio 2011

I LUOGHI DI CULTO RUPESTRI NELLE VALLI DI ANTRODOCO

La ricchezza della religiosità di Antrodoco è dovuto al suo ambiente naturale ed umano, caratterizzato dalla presenza del fiume Velino, dalle sorgenti di acque solfuree, da valli scoscese e dirupate, dai monti che fanno alla valle da corona. Antrodoco si trova in un crocevia importante, soprattutto nell’epocaromana e medioevale per le vie Salaria, che conduce a Porto d’Ascoli, e Valeria che conduceva all’antiche città di Amiterno e L’Aquila. Queste valli per il loro ambiente, si coniugavano con le esigenze del cristianesimo primitivo in espansione, offrendo una posizione ideale per fare proseliti sia tra gli abitantiche vivevano di commercio ed artigianato, in città, sia tra coloro che vivevano fuori dalle mura, tra i monti, dediti all’agricoltura e alla pastorizia.I fianchi rocciosi delle montagne che circondano questi luoghi, per la loro naturale conformazione hanno permesso da sempre l’isolamento religioso, non del tutto isolate dal fondovalle e dalle vie di comunicazione, hanno attirato già dai primissimi momenti di diffusione del cristianesimo i primi anoceretiche sfruttando il tracciato della romana via del sale hanno percorso la valle in cerca di luoghi che riuscissero nelle loro semplicità a farli sentire vicini a Dio. Già nel VI secolo il papa San Gregorio Magno parla nei suoi “Dialoghi” dei santi presenti in questi luoghi, Martirio e Severo, mentre Aliatore eremita nelle grotte del monte Giano è ricordato nella “Toponomastica”. Religiosità che ha raggiunto il suo apice nel corso del Seicento con la costruzione del Santuario della Madonna delle Grotte e che si tramanda tutt’ora con feste, processioni e commemorazioni. Nelle gole del Velino, percorse dalla via Salaria, si rivela invece la presenza di San Romualdo che intorno all’anno Mille fonda un eremo non lontano dall’abbazia di Ss. Quirico e Giulitta, presumibilmente sorta
nello stesso luogo in cui inizialmente doveva sorgere un “cenobio”, luogo in cui gli anocereti conducendo una vita solitaria potevano portare avanti una vita spirituale comunitaria.

ROTTEVECCHIA
Gli eremiti che hanno scelto questo luogo sono stati certamente attratti dalla sua selvaggia bellezza: una grande grotta protetta da un muro alla quale si accede da una scala in pietra che sporge nel vuoto. Un pozzo ancora pieno d’acqua fresca distillata dalle rocce sovrastanti. Un altro piccolo edificio addossato sulla parete di roccia calcarea che gli fa da tetto; all’interno c’è ancora una dispensa con scaffali in legno inseriti nella muratura. Il tutto realizzato con pietre raccolte nella zona e una malta costituita da inerti e calce presenti sul posto. Per queste caratteristiche costruttive il piccolo complesso ben si integra con l’ambiente circostante conservando ancora una sensazione di misticismo e sacralità.

LA GROTTA DI SAN ALIATORE
La piccola grotta di San Aliatore si trova nella parete viva dei salti di roccia, che sovrastano l’antica via Amiternina, oggi Statale 17 che trova proprio in Antrodoco il suo chilometro zero, per poi terminare a Foggia. Via importante dal punto di vista storico ripercorre il tracciato del tratturo che conduceva le greggi dall’Appennino al Tavoliere delle Puglie. Fra piante di bosso e alloro, la grotticella ci appare improvvisa come semplice cavità, ma è il  materializzarsi della figura di un angelo sulla parete di fondo a rivelarne la sacralità. Angelo dal forte linearismo e dai tratti bizanteggianti, poco espressivo ma impreziosito nella resa delle vesti, sono elementi  che ci fanno datare l’angelo al XIII secolo d.C.. Oggi dell’affresco che doveva occupare la parete ne restano pochi frammenti che ancora suggellano in loro la bellezza del dipinto, tutto reso ancora più magico dall’ambiente in cui si trova.
I contadini e i pastori che da sempre hanno vissuto si questi monti chiamano questo luogo di culto di San Aliatore.

SANTUARIO DELLA MADONNA DELLE GROTTE
Santuario che prende origine dalla scoperta ad opera di una giovane pastorella, tale Bernardina Boccacci, dell’immagine della Madonna con Bambino dipinta su una parete rocciosa, giudicata poi prodigiosa.Questa sacra immagine venne scoperta nel 1601 presso la strada che conduce a l’Aquila, alle falde del  Monte Giano. La scoperta dell’immagine provocò un immediato fervore popolare tanto che il vescovo di Rieti, mons. Cesare Segni fece erigere sul luogo un altare e vi celebrò la prima messa già nell’anno seguente. Dapprima la custodia del luogo fu affidata ad un eremita, ma la grande affluenza di fedeli spinsero alla costruzione di un tempio confacente alla fama che la sacra immagine aveva suscitato. La fabbrica fu iniziata nel 24 aprile del 1603 e completata nel giro di appena una anno. Ancora oggi tra l’Ascensione e le  Pentecoste ricorre la processione che porta la statua della Madonna in paese per poi  riportarla al santuario dopo tre settimane, accompagnata da infiorate lungo il percorso e da una gran folla.

Locandina

Per info: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Premio Paolo Consiglio

11 maggio 2011

Premio Paolo Consiglio 2011 - Le nomination del CAI

Ogni anno il CAI affida all’Accademico il compito di individuare e segnalare una o più spedizioni per l’assegnazione del premio Paolo Consiglio per l’attività alpinistica extraeuropea.

Nella riunione di consiglio CAAI del 5 marzo 2011 sono state individuate 2 spedizioni effettuate in ambienti completamente diversi.

- La prima effettuata sull’inviolata cima del Venere Peak (6300 m) in Cina da parte di Hervè Barmasse, Daniele Bernasconi e Mario Panzeri. Si tratta di una via in tipico ambiente

himalayano con uno sviluppo di 2150 m di difficoltà ED - con tiri di misto impegnativi.

- La seconda effettuata in Perù sul Nevado Shaqsha, Punta Giampiero Capoccia 5040 m, da parte di Roberto Iannilli, Andrea Di Donato, Giuseppe Trizzino, Ivo Scappatura, Luca D’Andrea e Massimo Massimiliano che hanno aperto 2 vie nuove su roccia (di 1340 m e 500 m rispettivamente) con difficoltà di VII/VII+ e A2.

Il consiglio CAAI ritiene che queste due spedizioni siano meritevoli di segnalazione e le propone al CDC del CAI per l’assegnazione del Premio Paolo Consiglio.

Pierluigi Risi

Laguna di Venezia

28-29 maggio 2011

Il Cai di Castelli organizza il 28-29 maggio 2011 una visita della Laguna di Venezia, con sosta a Chioggia, trasferimento in barca per Venezia e all'isola di Murano per osservare gli abili maestri vetrai. Sarà l'occasione per incontrare anche il Cai di Chioggia. In escursione nell'Oasi naturalistica Ca' Roman e sui "murazzi" fino a Pelestrina, ospiti della "Remiera". Con il Cea "gli aquilotti" insieme al Cea di Chioggia.

Laguna di Venezia - Comunicato

28-29 maggio 2011

Comunicato stampa

Escursione Cai Castelli / Cai Arsita / Fie

05 giugno 2011

Il Cai di Castelli organizza il 05 giugno 2011 insieme alla Federazione Italiana Escursionismo - Comitato Regionale Lazio un'uscita in ambiente.

Escursione al Fondo della Salsa partendo da Pagliara

Difficoltà: EE

Escursione di Monte Porrara

19 giugno 2011

La Sezione Cai di Castelli e la Sottosezione di Arsita organizzano il 19 Giugno 2011, l'escursione di Monte Porrara situato sul versante meridionale del Parco Nazionale della Maiella a quota 2137 mt. La frazione Palena anticamente si chiamava Palleno, nel quale furono ospitati personaggi religiosi come San Celistino V.

Corale a Castelli

24 giugno 2011

AI CITTADINI ATTIVI DI CASTELLI

La Sezione del CAI “Piergiorgio De Paulis” di Castelli, da anni impegnata alla promozione e valorizzazione del territorio castellano, ha in progetto di costituire e avviare una corale nel nostro paese.

Insieme alla possibilità di esprimersi con il canto c’è l’obiettivo di incontrarsi e stare insieme, utilizzando pienamente l’opportunità che ogni gruppo ci offre, mettendosi in discussione e partecipando attivamente.

L’iniziativa è aperta ad ogni interessato che è invitato a partecipare al 1° incontro fissato per il giorno 24 Giugno alle ore 21,00 nei locali dell’Agriturismo “il Bivacco del Parco”.

Assemblea soci

25 giugno 2011

CONVOCAZIONE ASSEMBLEA ANNUALE DEI SOCI

L’assemblea Ordinaria dei Soci della sezione di Castelli del Club Alpino Italiano è convocata presso l’agriturismo “ il Bivacco del Parco”, alle ore 21,00 del giorno SABATO 25 GIUGNO 2011,

per discutere il seguente Ordine del Giorno:

1 Nomina del Presidente, del segretario e di due scrutatori;

2 Relazione del Presidente sull’attività svolta nell’anno 2010;

3 Lettura del Bilancio Consuntivo dell’anno 2010 e relazione dei Sindaci Revisori; sull’attività svolta nel 2010

4 Approvazione del Bilancio Consuntivo dell’anno 2010

5 Presentazione del Programma dell’attività per l’anno 2011 e lettura del bilancio preventivo per l’anno 2011

6 Situazione progettuale della struttura sede sociale;

7 Situazione progettuale del mulinetto degli smalti;

8 Organizzazione gita sociale Valle d’ Osta 2011

9 Organizzazione gemellaggio con la sottosezione Cai di Agrate Brianza;

10 Esigenze predominanti dei soci e proposte

11 Varie ed eventuali

Escursione Corno Piccolo

03 luglio 2011

La Sezione Cai di Castelli e la Sottosezione di Arsita organizzano il 3 luglio 2011 l'escursione nel Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga verso il  Corno Piccolo lungo il Sentiero Ventricini Via Danesi.

Gemellaggio CAI Castelli- CAI Agrate Brianza

23-24 luglio 2011

Club Alpino Italiano - Sezione Piergiorgio De Paulis – Castelli

www.caicastelli.itQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

PROGRAMMA (circa 50 partecipanti)

Sabato 23 luglio

Ore 10:00 circa- Arrivo a Castelli dei soci del CAI Agrate Brianza (MB) e accoglienza presso il Liceo Artistico F. A. Grue sito in contrada Convento (1,5 Km dopo il borgo)

  • Incontro tra le Sezioni CAI di Agrate Brianza e di Castelli (TE), scambio di saluti

  • Visita al Liceo Artistico F. A. Grue: espressione della produzione di ceramica artistica di Castelli

  • Visita alla chiesetta campestre di San Donato, che ospita il pregevole soffitto maiolicato definito da Carlo Levi la “Cappella Sistina della maiolica”

  • Rientro al borgo di Castelli, percorrendo un tratto del SENTIERO ITALIA

Ore 14:00- Piazza di Villa Rossi, ritrovo con ristoro

Ore 15:30- Incontro con gli amministratori locali

Ore 16:00- Visita al centro storico e alle antiche botteghe artigiane

Ore 18:00- Partenza per Campo Imperatore (AQ)

Domenica 24 luglio

Ore 8:00- (Gruppo A) Inizio dell’escursione per la vetta occidentale del Corno Grande (normale)

Ore 8:00- (Gruppo B) Inizio dell’escursione per la vetta di Monte Aquila

-------

Articolo gemellaggio Cai Castelli - Cai Agrate Brianza - "Giornale di Monza"

Articolo gemellaggio Cai Castelli - Cai Agrate Brianza - "

Escursione Monte Giano

24 luglio 2011

La sezione di Antrodoco organizza in collaborazione con la Sezione cai di Castelli e con la Sottosezione di Arsita un'escursione nell'area nord del Lazio Nord. Partenza da Santa Maria delle Grotte (Intersezionale cai antrodoco)

Per info : www.caiantrodoco.it Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Castell’Arte

agosto / settembre  2011

Programma di musica classica in collaborazione con Castell’Arte

“Musica tra le nuvole”

31 Luglio, 03 – 10 – 14 – 17 – 21 Agosto, i concerti si terranno a Colle Corneto, per il programma dettagliato si può visitare il sito www.caicastelli.it

o presso la nostra bacheca sita in Piazza G. Marconi.

( per la buona riuscita delle predette manifestazioni si chiede la tua disponibilità per collaborare insieme al direttivo)

Per maggiore informazione rivolgersi ai componenti del direttivo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Giancarlo Di Pietro 3391419402 - Vincenzo Di Simone 3398223092 - Faiani Enrico 3683054720 - Vittorino Di Luca 3336550099

N.B. Il concerto del 3 si volgerà nel centro storico di castelli alle ore 18,00 per causa tempo meteo incerto

Programma "Musica tra le nuvole" - Locandina - Locandina Ufficiale

23/7 ore 18,00. Inaugurazione “47ª Mostra Mercato” dell’Artigianato ceramico
castellano”. Castelli.
Ore 18,30. Mostra “Esempi d’Arte”. Castelli.
Ore 18,5 0. Gemellaggio CAI Castelli - CAI Agrate Brianza (MB). Visita al centro storico e
alle antiche botteghe artigiane e partenza per Campo Imperatore. (www.caicastelli.it)  
Castelli.
Ore 21,00. Concerto di musica “Banda classica” con majorettes. Castelli
24/7 ore 8,00. Gemellaggio CAI Castelli - CAI Agrate Brianza (MB). Escursioni alla vetta
occidentale del Corno Grande o alla vetta di Monte Aquila. (www.caicastelli.it) Castelli.

31/7 ore 11,30. Concerto “Musica tra le nuvole” organizzato da CAI Castelli e
Castellarte. (programma completo sul sito www.caicastelli.it). Castelli, Colle Corneto.
Ore 21,00. Serata danzante “Dai che si balla” con Marilena e Roberto. Villa Rossi.

3/8 ore 11,30. Concerto “Musica tra le nuvole” organizzato da CAI Castelli e Castellarte
(programma completo sul sito www.caicastelli.it). Castelli, Colle Corneto.

8/8 ore 11,30. Concerto “Musica tra le nuvole” organizzato da CAI Castelli e Castellarte
(programma completo sul sito www.caicastelli.it). Castelli, Colle Corneto.
Ore 21,00. “Il ragazzo della Quadriglia: Riccardo Ortolani”.
Vincitore del programma televisivo “La Corrida”. Castelli.

10/8 ore 11,30. Concerto “Musica tra le nuvole” organizzato da CAI Castelli e Castellarte
(programma completo sul sito www.caicastelli.it). Castelli, Colle Corneto.
Ore 21,00. Gruppo Musicale “Rosati Band”. Castelli.

14/8 ore 11,30. Concerto “Musica tra le nuvole” organizzato da CAI Castelli e Castellarte
(programma completo sul sito www.caicastelli.it). Castelli, Colle Corneto.
Ore 21,00. Compagnia teatrale “La Cuntrad” con la commedia “Lu Testament de Zi
Dunat”. Castelli.

21/8 ore 11,30. Concerto “Musica tra le nuvole” organizzato da CAI Castelli e Castellarte
(programma completo sul sito www.caicastelli.it). Castelli, Colle Corneto.
Ore 21,00. Gruppo musicale “Traballoni music”. Villa Rossi.

Escursione Monte Coppe

7 agosto 2011

La sottosezione di Arsita organizza l'escursione al Monte coppe il 7 Agosto nel Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga.

Escursione in ricordo di Massimiliamo Ciotti

Programma

Appello urgente!!!!!!!!

7 agosto 2011

APPELLO URGENTE:

Un appello a tutti gli amici che hanno partecipato alla manifestazione del 07-08-2011 sul Monte Coppe in memoria di Massimiliano Ciotti.

E' stato smarrito un orologio che ha un valore inestimabile per Katia Ciotti (sorella di Massimiliano), visto che lo ha ricevuto per regalo per suoi 18 anni, da parte di suo fratello Massimiliano.

Questo regalo ha un valore affettivo inestimabile per me!!!

Se cortesemente qualcuno lo avesse trovato è pregato di spedirlo a:

Presidente CAI Castelli Giancarlo Di Pietro: Via convento 64041 Castelli Teramo.

Ringraziando anticipante CAI Castelli-Arsita

Settimana sulle alpi - Valle D’Aosta 2011

28 Agosto al 04 Settembre 2011

Sezione “PiergiorgioDe Paulis”  Castelli

Settimana sulle alpi - Valle D’Aosta 2011

Dopo la riuscita settimana del 2010 sulle Alpi , la Sez. CAI di Castelli propone una settimana in Valle D’Aosta, che si svolgerà 28 Agosto al 04 Settembre 2011 in località Brusson “ Valle D’Aosta” , per un costo totale di € 400,00 per i soci e di 450,00 per i non soci. Per il info potete chiedere presso la sede sociale in via convento, aperta tutti i venerdì dalle ore 21,00, oppure contattare gli organizzatori:

Di Pietro Giancarlo   3391419402
Di Simone Vincenzo 3398223092
Di Luca Vittorino 333655009

Gran Sasso Sky Race

4 Settembre 2011

Gran Sasso Sky Race - Premi Piergiorgio De Paulis

Coppa CNSAS - 4 settembre 2011 - Fonte Cerreto

Settima Maratona Verticale al Verdin

11 Settembre 2011

In Vista della “Settima Maratona Verticale al Verdin”, in programma per il giorno 11 Setembre 2011  presso le falesie di Montebello di Bertona in località Fonte Marianna, chiediamo gentilmente il patrocini gratuito per la  manifestazione. La maratona avrà inizio alle ore 10:00 e si concluderà alle  ore 18:00  
Ringraziandovi anticipatamente vi porgiamo i nostri più cordiali saluti.

2 Guide alpine a Castelli

15 Settembre 2011

Lo scorcio finale di questa estate ha visto concretizzarsi un evento lieto ed insieme importante per la nostra sezione ed il nostro paese: in terra Francese a Briançon, Davide Di Giosaffatte, nostro socio dal 1977 e componente del consiglio direttivo sezionale, ed Andrea Di Donato, dopo aver già conseguito la qualifica di aspirante, hanno completato l’intero iter e sono le prima Guide Alpine di Castelli.

Il loro percorso, lungo ed impegnativo, li ha visti impegnati per ben cinque anni, assieme ai loro colleghi del Piemonte, Veneto, Friuli, Emilia Romagna, nei vari moduli di formazione, esame, e pratica professionale:

2007 - anno della selezione di ammissione e dei moduli formativi su sci (Modane), sicurezza (Pietra di Bismantova), alta montagna (Chamonix-Briancon), roccia (Al leghe), culturale (Peveragno)

2008 – formazione cascate di ghiaccio (Cogne), e sci alpinismo (Alagna), Esami Aspirante Guida in cascate di ghiaccio (Tarvisio), sci alpinismo (Villeneuve), alta montagna (Chamonix), roccia (Alleghe), cultura (Arco di Trento)

2009/2010 attività professionale di accompagnamento

2011- Esami di passaggio a Guida Alpina in sci alpinismo (Cervinia), roccia (Al leghe), alta montagna (Briancon).

Sono stati anni di impegno psicofisico molto intenso e di prove dure e selettive, su ogni terreno alpinistico: a garanzia dell’ elevata sicurezza e professionalità che la figura professionale di Guida Alpina è capace di esprimere.

La tradizione alpinistica del nostro borgo trova, dunque, attraverso questi nostri amici, un riconoscimento importante ed un “sigillo” di qualità; a testimoniare una graduale e continua crescita nella qualità dell’attività delle generazioni di alpinisti locali.

Ulteriore motivo di orgoglio è che dei sette candidati abruzzesi iscritti al corso del 2007, i nostri sono i primi a concludere con successo tutte le prove di esame del corso!

Non resta che augurare loro una proficua prosecuzione dell’attività professionale, anche quale arricchimento dell’offerta turistica locale.

Presidente CAI Castelli - Giancarlo Di Pietro

Escursione Passeggiando tra i faggi

18 Settembre 2011

Il Cai di Arsita organizza il 18 Marzo 2011 l'escursione Passeggiando tra i faggi

Presentazione Davide Peluzzi

18 Settembre 2011

Il Cai di Arsita domenica 18 settembre alle ore 17:00 presso la polifunzionale di Arsita - Presentazione Davide Peluzzi

Serra di Celano

25 Settembre 2011

Serra di Celano (Monte di Tino)

Parco Sirente Velino - Salita: 3:30/4h - Discesa: 2:15-2:45h - Dislivello 1073m

Escursione Monte Genzana

09 ottobre 2011

Monte Genzana (Pngsl)

Tempo percorrenza: 4/4,5h

San Martino

12 novembre 2011

San Martino festa della solidarietà

Programma

Ore 19:00 - Santa Messa

Ore 20:00 - Apertura stand gastronomici

Dalle 20 in poi la serata sarà animata da gruppi folkloristici. I proventi della serata saranno devoluti come contributo per l’acquisto di materiale
didattico da donare alla Scuola Materna di Castelli (TE). Durante la serata verranno distribuiti menù con ciotola e bicchiere in ceramica

Escursione Sorgenti fiume Fino, San Giovanni - Inferno Spaccato - Gravone

20 novembre 2011

Il Cai di Arsita organizza il 13 novembre 2011 l'escursione Sorgenti fiume Fino, San Giovanni - Inferno Spaccato - Gravone (Pngsl).

Salita: 3/3,5 h- Discesa: 2/2,5h

Dislivello: 350m - Difficoltà: E

Per motivi organizzativi l'escursione è stata rinviata al 20 novembre 2011!!

Aconcagua parete Sud: la salita di Andrea Di Donato e Andres Zegers

dicembre 2011

Aconcagua parete Sud: la salita di Andrea Di Donato e Andres Zegers

Il 22,23,24 dicembre 2011 la guida alpina italiana Andrea Di Donato e l'alpinista cileno Andres Zegers hanno salito la parete Sud dell'Aconcagua (6962m, Ande, Argentina) aprendo una probabile nuova variante iniziale di 800m alla diretta francese.

Ci sono pareti che aprono un mondo per gli alpinisti, e la Sud dell'Aconcagua è sicuramente una di queste. E' un viaggio riservato a pochi. Un lunghissimo viaggio. Più di 2800m di dislivello in un mare, immenso e difficile, di ghiaccio e roccia. A cui si aggiunge quell'altezza che ne fa la più alta vetta dell'emisfero orientale e la più alta fuori dall'Asia - senza contare che quei 6962m nelle Ande valgono ben di più rispetto alla stessa quota in Himalaya. E poi, bisogna dire della sua grande storia alpinistica. Basti pensare all'epopea della prima salita dei francesi nel 1954, o nel 1974 alla variante di Messner alla stessa via, oppure la difficile diretta degli sloveni del 1982. Ma anche le altre vie (non molte) della parete sono tutte rilevanti. E' per questo che la salita di Andrea Di Donato (30enne guida alpina di Teramo) e di Andres Zegers (41enne alpinista cileno) non può passare inosservata. Anzi, come si suol dire, è da "chapeau"! Non solo perché nella parte iniziale i due hanno aperto una probabile nuova variante di 800m a destra della diretta francese del 1985. Ma anche per lo spirito e lo stile alpino impeccabile con cui hanno affrontato le 50 ore di parete e i 2 bivacchi di questa loro bella avventura.

Tutto è cominciato il 4 dicembre scorso con la partenza dall'Italia di Di Donato che, per inciso e come qualcuno ricorderà, è già apparso su queste pagine per due importanti realizzazioni: la prima solitaria invernale sulla Nord del Camicia e la prima invernale di Fulmini e Saette (con Andrea di Pascasio e Lorenzo Angelozzi) sul Gran Sasso. Dopo l'incontro con l'amico Andres Zegers, la prima tappa di acclimatamento passa dalla vetta del Cerro Mercedario, "montagnone" di 6.770 della Cordillera de la Ramada che, il 15 dicembre, i due salgono insieme ad Aike Parvex e Ulrich Ehrlenspiel. Poi, per Di Donato e Zegers, inizia l'avventura. Arrivano al Campo Base di Plaza Francia il 19 dicembre. Il 22, alle ore 17:00, sono già all'attacco della Sud dell'Aconcagua. Il loro piano è semplice: hanno individuato un'evidente cascata a destra della diretta francese del 1985 e lì salgono. I primi 250m della cascata, i più impegnativi, arrivano a WI 4 di difficoltà. Poi la linea continua autonoma; in tutto sono 800m (da quota 4600m circa a quota 5400m). E' una nuova variante? Di Donato è chiaro: "in giro non ho trovato notizie, ma non ci posso mettere la mano sul fuoco, troppo logica!". Va detto che anche noi non abbiamo trovato notizie di altre salite, per cui è probabile che questa sia davvero una nuova variante.

Comunque sia, su un pendio di neve a 5400m i due affrontano il primo bivacco. Da lì ripartono e si innestano, fino a 5600m, sulla diretta francese del 1985 (max 60°). Quindi, da 5600m a 6200m, superano il Ghiacciaio Superiore per la via "Pasic" o "Routa Argentina" del 1966. A 6200m arriva anche il 2° bivacco. Siamo ancora sul Ghiacciao Superiore ma proprio sotto lo sperone della "Routa Francese" del 1954. Per questa, il 24 dicembre, proseguono fino a 6700m dove, alle 17:00, escono sul filo di cresta. Alle 19:00 sono in vetta e poi giù per la normale... Gran viaggio e una salita da chapeau, appunto. A proposito, Andrea Di Donato è anche il secondo italiano dopo Messner che ha salito la Sud dell'Aconcagua.

"Questa parete" ci ha detto Di Donato "per me ha simboleggiato una lotta interiore con le mie paure, paure che palesemente tendevano ad allontanarmi dai nostri obiettivi. L'attesa per la scalata, se vogliamo anche piuttosto breve, si è trasformata in una sorta di attesa per il patibolo. Poi, la poca esperienza con la quota mi lasciava dubbi sulle mie capacità di poter affrontare una montagna di quasi 7000m, su una parete di 2800m, in stile alpino. La lotta è servita per riconoscere e combattere questa trasposizione mentale frutto di paure più ideali che reali. Una volta iniziata la scalata, tutto è cambiato, stare sotto quei palazzi di ghiaccio è diventato affascinante. E, in generale, i tratti in cui si è veramente esposti sono abbastanza brevi. E' andato tutto molto bene, sicuramente i passaggi su roccia, proprio sul finale, si fanno sentire, sei sopra i 6500. Anche superare la crepaccia terminale di accesso allo sperone francese non è stato banale. All'infuori dello sperone finale che abbiamo imbroccato giusto (un errore può valere un altro bivacco), non si hanno problemi di orientamento, le linee sono molto evidenti".

Tutto molto bene dunque, a parte aver perso la macchina fotografica e la piccola telecamera con tutta la documentazione della salita in un taxi a Santiago del Cile... spargete la voce, non si sa mai. Non prima però di esservi concessi un po' di tempo per leggere il diario e il report dell'avventura di Andrea Di Donato... ne vale la pena (fidatevi).


Andrea Di Donato ringrazia: "Il negozio Campo Base di Roma e Ferrino che mi ha vestito con prodotti molto validi, testati in condizioni piuttosto estreme".

Fonte http://www.planetmountain.com

Castelli di Natale

dicembre 2011 / gennaio 2012

Castelli di Natale

2011-2012

Vorrei anticiparvi che la manifestazione “Castelli di Natale 2011”, una kermesse ricca di Storia, Arte, Cultura e Natura con tradizioni, intrattenimento, gastronomia e tanto altro  che terremo a Castelli nel periodo natalizio: il “Castelli di Natale” si terrà dal 07 Dicembre 2011 al 07 Gennaio 2012.
La manifestazione viene promossa dall’attuale Amministrazione Comunale per sostenere il paese in un momento di particolare gravità dovuto alla sfavorevole congiuntura mondiale, agli effetti del terremoto e all’assenza di azioni significative atte a rendere visibile il Borgo nel contesto artistico-culturale a cui appartiene.
Particolare importanza verrà riservata alle date dal 7 all’11 Dicembre. nei cui cinque giorni ci sarà la Manifestazione “Ceramiche per cioccolato”.

Ceramiche per cioccolato”, delizie in un Opera d’arte

07-11 Dicembre 2011

L’appuntamento principe è “Ceramiche per cioccolato”, una gustosa fiera del cioccolato in cui saranno presenti i più affermati maestri cioccolatieri d’Abruzzo a produrre, confezionare e vendere le loro delizie di cioccolato. Queste saranno servite su contenitori, vere e proprie opere d’arte, che gli artigiani ceramisti di Castelli realizzeranno appositamente per l’evento. La manifestazione si terrà a Castelli, all’ingresso e all’interno del centro storico dal 7 all’11 dicembre 2011.

L’iniziativa è intesa a valorizzare le eccellenze abruzzesi nel settore della cioccolateria e della ceramica d’uso, binomio di estrema raffinatezza.

La produzione ceramica castellana, sin dal Settecento, annovera manufatti per il consumo del cioccolato come tazze, ciotole, chicchere, vassoi e porta-cioccolatini.

Con “Ceramiche per la cioccolata”, conservando sempre uno sguardo alla tradizione, si intende innovare tale produzione sulla base delle nuove tendenze del design moderno, settore di ricerca in cui gli artigiani ceramisti da sempre si impegnano con passione.

La produzione ceramica castellana, sin dal Settecento, annovera manufatti per il consumo del cioccolato come tazze, ciotole, chicchere, vassoi e porta-cioccolatini.

Con “Ceramiche per la cioccolata”, conservando sempre uno sguardo alla tradizione, si intende innovare tale produzione sulla base delle nuove tendenze del design moderno, settore di ricerca in cui gli artigiani ceramisti da sempre si impegnano con passione.

I prodotti del Parco

Il Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga collaborerà al Castelli di Natale offrendo i prodotti tipici dell’enogastronomia del territorio che verranno esposti e proposti in appositi stand; qui i visitatori potranno trovare e assaggiare il meglio della tradizione agroalimentare del territorio: le conserve, il miele millefiori, le erbe aromatiche come lo zafferano, le varietà di formaggi locali, l’olio, gli ortaggi e i legumi come la lenticchia, i cereali come il farro e le varietà dei salumi e dei vini.

Mostra di Tonino Guerra - 10 Dicembre 2011- 07 Gennaio 2012

Al “Castelli di Natale 2011” non poteva mancare una grande mostra che per specificità ed originalità mostrasse il sensazionale spettacolo dell’Arte internazionale.
E’ così che tramite una proposta geniale del nostro Giancarlo Puritani, appassionato ed attento curatore di vari eventi nel Teramano è nata l’idea di sensibilizzare un grande artista affinché proponesse un’esposizione originale su temi contemporanei.
Tonino Guerra, affermato regista, scenografo, commediografo, pittore e poeta, in un trionfo di suoni, luci e colori, esporrà venti tele che celebrano il 150% anno della nascita della Repubblica Italiana, nel Museo dell’artigianato a Castelli dal 10 Dicembre 2011 al 7 Gennaio 2012.
La mostra sarà patrocinata dal Ministero dei Beni Culturali e, sotto la cura di Puritani, sarà organizzata, dal Comune di Castelli, dalla C.C.I.A.A. di Teramo e dal Centro Ceramico Castellano.
La città di Castelli sarà onorata di avere come ospite un artista eclettico e a tutto tondo come Tonino Guerra. Lo scorso febbraio: è stato insignito ad Hollywood del premio “Jean Renoir Award”, che lo ha consacrato come uno dei più grandi sceneggiatori dei nostri tempi.

Ceramica d’arte per l’albero di Natale - 07 Dicembre 2011- 07 Gennaio 2012
La ceramica sarà indubbiamente la protagonista, nonché punta di diamante di tutte le manifestazioni natalizie: a Castelli il Natale si saluta in modo speciale, originale, addobbando gli abeti e i pini che crescono nei boschi limitrofi con le palline in ceramica realizzate dagli artigiani. Turisti e curiosi, passeggiando per le vie del paese, potranno quindi ammirare lo scintillante spettacolo di romantici  paesaggi innevati, fiori e rappresentazioni artistiche aniconiche dipinte a mano sulle sfere natalizie dai ceramisti castellani.

Il Presepe Monumentale in Ceramica
In ogni Natale che si rispetti, per tradizione non può mancare il presepe. Anche questo però, nel paese della maiolica famoso in tutto il mondo, ha un esempio unico e inconfondibile: si tratta di un Presepe Monumentale in ceramica composto da 54 statue ad altezze che variano da circa 1 mt (animali e piccole figure) a circa 2 mt (personaggi adulti). Il Presepe, realizzato tra il 1960 e il 1975, da docenti e allievi dell’Istituto d’arte “F.A. Grue” di Castelli, è stato esposto a Roma ai Mercati Traianei, Gerusalemme, Betlemme e Tel Aviv, ricevendo notevole apprezzamento dalla stampa internazionale, che lo hanno ritenuto il primo presepe in ceramica al mondo per grandezza, bellezza e artisticità.
Nel periodo natalizio il Presepe Monumentale in ceramica sarà esposto presso il Liceo Artistico F. A. Grue di Castelli. Verranno comunicate date ed orari per le visite.

Il Presepe Monumentale al “Giardino di Maria” in Colledoro dall’08 dicembre 2011 al 06 Gennaio 2012
Presepe tradizionale artistico con statue a grandezza naturale su un’area di 200 mq come in un percorso fino alla capanna. Un Presepe Monumentale che è già stato esposto ad Assisi e Ravenna, opera degli artisti dell’Associazione “DARE” della Fondazione “Leo Amici”.

L’Ambasciatore di Israele a Castelli con Maria Grazia Siliato e Fabrizio De Prophetis
Alla presenza dell’ambasciatore di Israele verranno presentati due libri che sono stati autentici successi editoriali, scritti entrambi da uno storico ed archeologo di fama internazionale, la Professoressa Maria Grazia Siliato.
Il primo libro si intitola “Calmo mare di Lepanto” e narra con una sfaccettatura particolare la battaglia di Lepanto.
La presentazione di quest’opera di grande successo è senz’altro un’eccezionale occasione di confronto ed analisi sugli attuali rapporti tra Cristianesimo ed Islam. Una tematica tanto delicata quanto attuale, che da sempre attrae le attenzioni e le riflessioni di storici, sociologi, politici di tutto il mondo.
La seconda opera è il libro dal titolo “Masada”.
Durante il I secolo, nel 74 d.C., la fortezza di Masada fu espugnata dall’esercito romano, dopo un lungo e sanguinoso assedio durato tre anni. Negli anni seguenti, fu proprio l’imperatore Adriano quello che più di altri si scontrò con la questione della Giudea.
In seguito alla distruzione di Gerusalemme ed alla caduta di Masada, gli abitanti della Giudea rifiutavano la romanizzazione, sia per motivi politici che religiosi. Dal 132 al 135 divampò la più sanguinosa rivolta ebraica di sempre che costò innumerevoli vittime: quasi 600 mila ebrei furono massacrati, oltre 1000 villaggi andarono distrutti. Adriano arrivò vicino allo sradicamento dell’ebraismo: fu il più duro colpo mai subito nella storia dal popolo ebraico fino alle atrocità della dittatura fascista.
Ci sarà infine la presentazione del libro “Parliamone”: di Fabrizio De Prophetis. Uno sguardo sulle lapidi che vi sono in Castelli che raccontano anni di storia e singolari personaggi che hanno contribuito alla grandezza del nostro paese.

L’enologia d’Abruzzo: degustazioni e proposte
Mostra del Decanter in ceramica - 17 Dicembre 2011- 07 Gennaio 2012               
Presentazione dei migliori Vini abruzzesi con degustazioni in omaggio. Il vino verrà decantato nei nostri Decanter in ceramica.
Anche questo articolo rientra tra le novità che quest’anno saranno presentate al pubblico. Si è partiti da un’idea sull’uso di questo oggetto, finora realizzato comunemente in vetro per ottenere un buon isolamento.
Il Decanter in ceramica avrebbe ben due pellicole vetrose, quella interna e quella esterna che addirittura conterrebbero la spugna argillosa, fibra di sicura coibentazione.
Il risultato estetico combinato con l’adeguata funzionalità offrirebbe all’oggetto alti livelli di utilizzo.

Le bellezze naturalistiche e le tradizioni
Il C.A.I.- Sezione Castelli, si occuperà di valorizzare le splendide montagne che circondano Castelli organizzando escursioni e passeggiate, anche notturne, tra le imperiose cime innevate.

Programma del C.A.I. Castelli
Escursione notturna al Fondo della Salsa
a ricordo dell’alpinista Piergiorgio De Paulis
domenica 26 dicembre 2011
14,30                        ritrovo a Castelli (TE) in Piazza Gugliemo Marconi
15,00                        partenza (mezzi propri) da Castelli  per S.Salvatore
ed inizio  escursione al Fondo della Salsa16,30                                       arrivo al Fondo della Salsa. S.Messa  al cippo commemorativo
17,30                        inizio fiaccolata di ritorno fino a Castelli                               
20,00                     Brindisi con  Spaghettata in piazza a Castelli

La magia dell’Epifania
A Villa Rossi il 6 gennaio 2012 si svolgerà la XIII edizione del Presepe Vivente, che riporta magicamente in vita gli antichi mestieri proponendo una versione classica, ma al tempo stesso sempre nuova, della natività.
La magia e la suggestione dell’Epifania saranno poi vissute con la Befana che porta doni ai bambini, premiando i buoni e punendo con carboni secchi i discoli e dal momento liturgico della Santa Messa per celebrare la visita dei Re Magi: la funzione si chiude con un saluto particolare da parte dei fedeli che si recano in processione per dare il bacio a Gesù Bambino.

Cena sociale

11 dicembre 2011

Il sezione del Cai di Castelli/Arsita organizzano la cena sociale di fine anno il 11 dicembre 2011.

Parco d'Inverno Fiaccolata Fondo della Salsa

26 dicembre 2011

29^ edizione PARCO d’INVERNO 2011-2012

Un appuntamento organizzato dal Cai, per scoprire la montagna, la sua storia e le sue tradizioni con le racchette da neve

lunedì 26 dicembre 2011 ESCURSIONE AL FONDO DELLA SALSA 1200 m da Castelli ai piedi della Parete Nord del Monte Camicia organizzata da Club Alpino Italiano Abruzzo Sezione “Piergiorgio De Paulis”Cai di Castelli

Castelli e la sua montagna sono luoghi magici, permeati dalle abilità di ceramisti e alpinisti. A Castelli si viene, ci si incontra e poi si rimane più del necessario … assolutamente incantati.

La montagna attrae immediatamente lo sguardo, insieme alla forma del piccolo paese incastonato ai suoi piedi. Cattura una sorta di perfezione tra uomo e natura che si incontrano e si ritrovano per comporre un quadro tra i più singolari in terra d’Abruzzo. I pensieri positivi fluiscono liberamente, mente le energie si liberano e gli spiriti si placano, attoniti a tanta bellezza, rapiti da un equilibrio che conquista l’animo.

E’ la magia del Natale, del gran sasso d’Italia, della Nord del Monte Camicia, del piccolo borgo di Castelli.

Venire per credere, osservare e stupirsi!

Il 26 dicembre la Sezione Cai di Castelli propone l’escursione al Fondo della Salsa, nel grande anfiteatro scolpito dalla strapiombante parete.

Fanno parte di questa esperienza la suggestione della notte, le fiamme animate delle torce, il cielo stellato oltre il profilo dell’affilata cresta, la valle ammantata d’ombra forata dalle luci dei paesi. E poi … l’alpinismo, la storia di questa grande parete, iniziata nel 1934, con gli “aquilotti del gran sasso”, gli alpinisti Antonio Panza e Bruno Marsilii che, per soddisfare l’incredulità dell’epoca, la risalirono due volte. Ancora le altre ascensioni, non molte in realtà, fino alle solitarie estiva e invernale di Andrea Di Donato.

Con il Cai per celebrare la messa a Piergiorgio De Paulis, il giovane alpinista aquilano chiamato prematuramente alla montagna nel 1974, presente e vivo nel generoso cuore dei montanari di Castelli, tanto che la Sezione Cai porta il suo nome.

L’escursione del Cai, organizzata dalla Sezione di Castelli è parte del programma “Parco d’Inverno”, ideato dal Centro di Educazione Ambientale “gli aquilotti”. L’incontro a Castelli, tra i borghi più belli d’Italia e l’escursionismo invernale diventano occasione per una condivisa ed emozionante scoperta naturalistica, paesaggistica e storica della montagna e dei suoi abitanti.

Appuntamento domenica 26 dicembre alle ore 14.30 a Castelli, piazza Marconi, per muoversi insieme verso la montagna. L’escursione è aperta ad ogni appassionato, indispensabili abbigliamento e attrezzatura invernali.

Buona montagna a tutti!!!